28 Giugno Giu 2016 1113 28 giugno 2016

Il «carro armato» di Bud

Ecco chi è Maria Amato, la donna che ha accompagnato Bud Spencer per tutta la vita. Una relazione, la loro, al di fuori delle 'etichette'. E forse anche in virtù di questo così incorruttibile.

  • ...
bud spencer maria amato

«Papà è volato via serenamente alle 18.15. Non ha sofferto, aveva tutti noi accanto e la sua ultima parola è stata 'grazie'», così, Giuseppe Pedersoli, figlio di Carlo (in arte, Bud Spencer), ha annunciato, il 27 giugno, la morte del padre. Un personaggio che tra un cazzotto e l'altro, e con il suo aspetto da 'gigante buono', ha fatto appassionare, in coppia con Terence Hill, generazioni di ragazzini e ragazzine. Non solo interprete cinematografico, però. Anche sportivo, autore di canzoni e documentari.

L'UNICA DONNA
Un fascino polivalente il suo, una vita densa, e una sola donna accanto lungo tutto il percorso, Maria Amato. Il matrimonio tra i due risale al 1960. Un anno dopo, nasceva il loro primogenito Giuseppe, e quello dopo ancora veniva al mondo la seconda figlia, Christiana. A distanza di dieci anni arrivava anche Diamy.

«MAI AVUTO DONNE RIVALI»
«Non ho avuto donne rivali, ma motori», aveva dichiarato nel 2015 la donna in un'intervista al Corriere. Niente e nessuna, confermava lui, è mai riuscito a distrarlo dalla consorte. «Non sono mai andato nemmeno a prendere un caffè con un’attrice. Si può sbagliare, ma quando ti rendi conto che chi ti sta a fianco ti riempie la vita, allora la devi rispettare».

GLI HA SALVATO LA VITA
Una coppia, la loro, al di fuori delle 'etichette'. Leggera, fresca, vera. Niente rose rosse o sentimentalismi. Amore concreto, quotidiano, tenero e forte nella sua naturalezza. «Mi ha salvato, forse non prevedendolo», ironizzava l'attore nella stessa intervista parlando di un malessere vissuto durante un'estate, quando lei, accortasi della gravità della situazione, lo aveva costretto ad andare dal medico. «In 15 minuti avevo perso più di tre litri di sangue». E, ricordando l'accaduto, aveva aggiunto: «Lei è il mio carro armato».

«UNA PERSONA PER BENE»
Alla domanda su che marito fosse stato Bud, la Amato rispondeva: «Non classico, nel bene e nel male. È una persona per bene. La sua vita se l’è goduta abbondantemente. È stato fortunato e ha saputo correre onestamente la sua avventura». Lui, invece, non sapeva darsi un giudizio, né come compagno né come persona. «Glielo dico dopo, quando mi chiama nostro Signore. Cambio di continuo per via delle mie curiosità. L’aldilà è tra queste». E concludeva: «Se arrivo lì e non c’è niente... allora mi arrabbio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso