13 Giugno Giu 2016 1901 13 giugno 2016

Chiara Appendino come Sara Tommasi

Antonio Funiciello, portavoce del Governo, ha paragonato il candidato sindaco di Torino alla showgirl, che ha girato anche dei film hard. Il pretesto? La laurea alla Bocconi.

  • ...
appendino

Chiara Appendino come Sara Tommasi. Un tweet di Antonio Funiciello, portavoce del sottosegretario di stato alla presidenza del consiglio dei ministri Luca Lotti, che ha paragonato la candidata sindaco di Torino alla showgirl e attrice hard 'sfruttando' la laurea alla Bocconi, ha fatto infuriare il M5s: il capogruppo alla Camera, Laura Castelli, ha scritto: «Gravissimo che un collaboratore Luca Lotti insulti candidata M5s Torino. Si dimetta immediatamente e chieda scusa». Tra le reazioni più piccate, inoltre, quelle della vicecapogruppo M5S alla Camera Giulia Grillo, secondo cui c'è «grande nervosismo e paura» in casa Pd, e quella della deputata grillina Fabiana Didone, che ha parlato di sessismo.

LE SCUSE DEL SOTTOSEGRETARIO
Poi è stato tutto il gruppo a chiedere in una nota le scuse di Funiciello: «Siamo disgustati dal basso livello dell'entourage di Renzi che con queste affermazioni misogine e sessiste dimostra di avere una levatura professionale e morale inversamente professionale ai ruoli di alto profilo ricoperti presso le istituzioni italiane, infangando così con il proprio comportamento anche il nome di quest'ultime, oltre che l'onorabilità della candidata M5S Chiara Appendino e la dignità di tutte le donne». Alla fine, incalzato dalla giornalista di Repubblica Annalisa Cuzzocrea, Funiciello si è scusato sia con Chiara Appendino che con Sara Tommasi. Caso chiuso, ma la gaffe, evitabilissima, rimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso