31 Maggio Mag 2016 1901 31 maggio 2016

Tradita da una app?

Sarebbe questa la spiegazione più plausibile di come Vincenzo Paduano sia riuscito a rintracciare l'ex fidanzata per compiere l'atroce delitto di cui si è macchiato.

  • ...
sara di pietrantonio

Sara Di Pietrantonio, la 22enne brutalmente assassinata dal suo ex fidanzato, sarebbe stata tradita dalle app installate sul suo telefonino. A riportare il possibile sconvolgente dettaglio è stato il Corriere della Sera. Eppure tutto viaggia ancora sul difficile campo delle ipotesi.  E se da una parte non si conosce ancora quale escamotage o applicazione Vincenzo Paduano abbia usato, dall'altra paiono pochi i dubbi sul fatto che oggigiorno sia estremamente facile seguire con precisione gli spostamenti di una persona, acquisire informazioni su di lei, sapere dove si trova in quel momento e cosa sta facendo.

QUALE APP?
Nel caso di Sara a rivelare i suoi movimenti sarebbe stata l'applicazione Trova il mio iPhone. I due erano stati legati un tempo e a Vincenzo sarebbe bastato accedere a iCloud (la nuvola di Apple su cui ci si registra quando si configura il proprio smartphone) con la password della fidanzata per tracciarne ogni più piccolo spostamento. È vero, mancano le conferme ma i dubbi, sempre più atroci, sarebbero più che fondati. Oltre a monitorare i movimenti dell'ex fidanzata, il ragazzo avrebbe potuto guardare direttamente da iCloud la galleria immagini, i messaggi salvati e molto altro. Il tutto avrebbe fatto aumentare la rabbia di Vincenzo scaturita poi nell'assassinio della giovane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso