18 Maggio Mag 2016 1659 18 maggio 2016

100 donne nude contro Donald

Una fotografia di gruppo che celebra il sesso femminile. Nello stesso giorno e nella stessa città della convention repubblicana destinata a ratificare la candidatura di Trump alla Casa Bianca. La sfida del fotografo Spencer Tunick.

  • ...
spencer_tunick

C'è qualcosa di profondamente sovversivo nel nudo. Soprattutto quando non è eroticizzato, e diventa invece un mezzo di protesta e contestazione. Lo sa bene Spencer Tunick, che ormai da anni si è specializzato nella fotografia di nudi su larga scala e che ora si è messo in testa di trovare 100 donne disposte a posare completamente senza veli in quel di Cleveland il 17 luglio 2016. Lo stesso giorno in cui la convention nazionale del partito repubblicano incoronerà Donald Trump come il proprio candidato ufficiale alla Casa Bianca.

NON UNA PROTESTA VERA E PROPRIA
Affrontare Donald Trump, campione di sessismo, con il nudo femminile. Un controsenso, apparentemente. In realtà, un modo per rivendicare il diritto di fare ciò che si vuole del proprio corpo. «I miei non sono mai lavori di vera e propria protesta», precisa Spencer, che sta portando avanti questo progetto insieme a sua moglie. «Voglio che sia un lavoro di cui le donne possano fare parte, magari per rafforzare l'idea che saranno le donne a decidere l'esito di queste elezioni».

LO FA PER LE FIGLIE
Secondo quanto scritto sul sito del progetto, «Lo scatto coinvolgerà 100 donne che reggeranno grandi specchi circolari, riflettendo la conoscenza e la saggezza delle donne progressiste e il concetto di 'Madre Natura' sul luogo della convention, sulla città e sull'orizzonte di Cleveland». Un'idea suggestiva, che per motivi di ordine pubblico verrà realizzata in uno spazio privato e con un gruppo di soggetti piuttosto ristretto, visto che Spencer è abituato a gestire anche migliaia di modelli nudi tutti assieme. «Questo lavoro è per le mie figlie, per il loro futuro, perché possano crescere in un mondo meno violento nei confronti delle donne e con più opportunità per loro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso