11 Maggio Mag 2016 1500 11 maggio 2016

Quelle che hanno stregato Woody

Allen torna al Festival di Cannes con Café Society. Il film, fuori concorso, presenta nel cast anche Blake Lively e Kristen Stewart. Ecco le attrici che hanno ammaliato il comico e regista statunitense.

  • ...
US film director Woody Allen poses durin

Non ci sono dubbi. Cannes 2016 è anche il Festival di Woody Allen. O meglio, è il Festival del suo Café Society, pellicola che vede tra i suoi interpreti Blake Lively, Kristen Stewart, Jesse Eisenberg e Steve Carell. Nonostante sia, come da tradizione, fuori concorso, il film è stato chiamato ad aprire la manifestazione ricevendo (e anche questa non è una novità) un tripudio di applausi dal pubblico. Un po' come era accaduto nel 2002 con Hollywood ending e nel 2011 con Midnight in Paris (in quell'occasione il film fece un po’ arrabbiare i francesi, che si videro raccontati con troppi luoghi comuni). Con all'attivo quasi 50 film, Woody Allen, nato a New York nel 1935, dal suo debutto dietro alla macchina da presa nel 1969 (con Prendi i soldi e scappa), ne ha girati quasi uno all'anno.

IL JAZZ, LE DONNE E LA GRANDE MELA
I temi che più gli stanno a cuore sono ricorrenti: amore, religione, politica, destino, senso di colpa. E un set vissuto dal regista come personale terapia. Negli anni, alle commedie (una su tutte: Io e Annie con Diane Keaton, quattro premi Oscar) ha alternato noir, gialli, film sentimentali. Da Manhattan a Tutti dicono I Love You, da Match Point a Midnight in Paris, da Blue Jasmine a Pallottole su Broadway. Tra le sue passioni più grandi, quella per il jazz e quella per New York (a cui ha decidato tantissimi titoli). Oltre a quella per le donne. Tre le donne della sua vita ci sono Diane Keaton (dal 1972 al 1978), Mia Farrow (dal 1980 al 1992), e Soon-Yi Previn (l'ultima moglie, orfana coreana che Mia Farrow aveva adottato). Ma le figure femminili protagoniste delle sue opere sono tantissime: da Scarlett Johansson a Cate Blanchette, tutte le partecipazioni sul grande schermo nella gallery.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso