6 Maggio Mag 2016 1935 06 maggio 2016

La 'nuova' Malala Yousafzai

Omaima Hoshan, è siriana e ha solo 15 anni. Quando frequentava le scuole medie ha iniziato a vedere ragazze di 11 o 12 anni sposarsi contro la loro volontà. E ha cominciato a lottare contro i matrimoni precoci.

  • ...
Omaima Hoshan

Omaima Hoshan aveva solo 11 anni quando la guerra in Siria ha costretto lei e la sua famiglia a lasciare Damasco e fuggire in Giordania, per poi finire a Zaatari, uno dei più grandi campi di rifugiati del mondo. All'arrivo, la principale preoccupazione della ragazza era quella di riprendere a studiare e farsi nuovi amici, ma presto si era resa conto di una tendenza particolarmente inquietante tra i suoi compagni: «Alle scuole medie ho cominciato a vedere le ragazze sposarsi a soli 11 o 12 anni. Venivano a scuola a dirci addio. Io pensavo facessero un grande errore», ha raccontato la giovane (oggi 15 anni) all'Agenzia della Nazioni Unite per i rifugiati.

L'INDIGNAZIONE
Quando però, a dover convolare a nozze era stata una sua amica, la sua indignazione era diventata talmente tanta da farle sentire la necessità di agire. «Passavamo tanto tempo insieme. Lei era una delle più brave della classe. Non voleva sposarsi, ma i suoi genitori pensavano fosse la cosa migliore», ha continuato Omaima. Dopo che Basma, questo il nome della sua amica, si era sposata, aveva smesso di andare a scuola e le due non si erano più viste. La Hoshan si era così ripromessa che non avrebbe fatto la stessa fine e avrebbe fatto di tutto per impedire che altre giovanissime donne fossero costrette al matrimonio.

L'IMPORTANZA DELL'ARTE NELLA LOTTA
Ispirandosi al premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai, Omaima, attraverso la sua lotta, è riuscita a ritagliarsi una certa 'autorità'. Si è informata sui rischi del matrimonio precoce e ha invogliato i suoi compagni a parlarne con le loro famiglie, per scoraggiare la pratica. Inoltre, ha organizzato dei corsi di arte, musica e teatro rivolti alle ragazze della sua età, sperando di combattere il problema attraverso l'esercizio artistico.

SEMPRE PIÙ SPOSE BAMBINE
Si stima che il 13% di siriane minori di 18 anni sono state costrette alle nozze contro la loro volontà. Secondo Save the Children, il tasso di spose bambine in Giordania è in allarmante aumento: nel 2013 era al 25% e nel 2014, secondo l'Unicef, è arrivato al 31,7%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso