2 Maggio Mag 2016 1436 02 maggio 2016

«Savoia? Vigliacchi per tradizione»

Duro attacco di Alessandro Gassmann a Emanuele Filiberto reo di un tweet al fulmicotone contro i partigiani italiani. «È come suo nonno. Prima lancia il sasso poi nasconde la mano».

  • ...
Alessandro Gassmann ed Emanuele Filiberto.

«Emanuele Filiberto? Vigliacco per tradizione di famiglia». L'attacco al rampollo di casa Savoia, reo di aver definito su Twitter i partigiani italiani come «parassiti» dello Stato, arriva direttamente da Alessandro Gassman.

PAROLA DI PRINCIPE
Forse è meglio partire dal principio. Quello che vede Emanuele Filiberto criticare l'Anpi a causa delle spese di gestione che, secondo le sue stime, verrebbero a costare circa 3 milioni di euro l'anno ai contribuenti. Un cinguettio al fulmicotone, vero, ma prontamente ritirato dall'erede di Casa Savoia con tanto di scuse e accuse: «Qualcuno è entrato nel mio account e ha mandato articolo su partigiani volendo cavalcare la diatriba sulla mia visita a Noto! Mi dispiace!», ha scritto.


IL SORPASSO DI GASSMANN
Le scuse del principe non hanno però convinto Alessandro Gassmann. Sempre su Twitter l'attore ha voluto esprimere tutta la sua rabbia per un commento tanto inopportuno: «Emanuele Filiberto scrive partigiani parassiti poi cancella il tweet... Lancia il sasso e nasconde la mano, come il nonno per leggi razziali». E a chi gli fa notare che il principe ha smentito ogni suo coinvolgimento in quella frase, Gassmann replica: «Vigliacchi per tradizione di famiglia». Dove sta la verità? Ai posteri l'ardua sentenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso