29 Aprile Apr 2016 1906 29 aprile 2016

Le pioniere del web

Il 30 aprile 1986, esattamente 30 anni fa, un segnale partì da Pisa e arrivò in Pennsylvania. Il nostro Paese aveva scoperto Internet. La sua storia è stata scritta anche da tre donne italiane.

  • ...
Cnuce, 30 anni di Internet

Sono passati esattamente 30 anni da quando l'Italia scoprì Internet. Era il 30 aprile 1986: quel giorno un semplice messaggio ('ok') impiegò meno di un secondo per andare dal Cnuce di Pisa, glorioso istituto del Cnr che non c’è più, a un computer della stazione satellitare di Roaring Creek, in Pennsylvania. Durante il suo percorso il segnale passò lungo un cavo telefonico della Sip fino alla stazione di Frascati dell'Italcable, la società che gestiva le chiamate internazionali, da dove fu dirottato a Fucino, in Abruzzo. Da lì un'antenna di Telespazio lo 'sparò' sopra l'Atlantico, dove orbitava Intelsat IV, che a sua volta lo indirizzò verso gli Stati Uniti. L'Italia era un Paese all'avanguardia e difatti fu il quarto al mondo a collegarsi alla Rete, ma la notizia non finì su nessun giornale. Oggi invece è giusto celebrare l'impresa compiuta all'epoca da Stefano Trumpy, direttore del Cnuce (Centro Nazionale Universitario di Calcolo Elettronico), Luciano Lenzini, che fece il progetto, e Antonio Blasco Bonito, che effettuò il collegamento. Ma lo sviluppo di Internet in Italia è stato segnato anche da alcune figure femminili. LetteraDonna ne ha scelte tre.

VALERIA ROSSI
Oggi alla guida del Mix (Milan Internet Exchange), che sotto la sua direzione è diventato il più grande Internet Exchange Point d'Italia e uno dei più trafficati d'Europa. Neolaureata, nel 1988 era una giovanissima studiosa del Cilea (Consorzio Interuniversitario Lombardo per l'Elaborazione Automatica) a cui in Garr (Gruppo per l'Armonizzazione della Rete della Ricerca) affidò il compito di preparare la prima versione delle regole di naming italiane, con lo scopo di stabilire i primi standard procedurali a supporto della rete.

LAURA ABBA
Matematica specializzata in informatica, lavora al Cnr dal 1984, dove adesso è dirigente Tecnologo dell'Istituto di Informatica e Telematica: faceva parte del team che nel 1986 lanciò il primo segnale dal Cnuce a Roaring Creek. Ha partecipato a numerosi progetti che hanno contribuito alla diffusione del web in Italia, collaborando anche con il Garr. Fa parte del Consiglio Direttivo Isoc Italia, sezione della Internet Society, e ha partecipato sin dall'inizio agli Internet Governance Forum promossi dalle Nazioni Unite.

ADRIANA LAZZARONI
Laureata in Scienze Politiche ed esperta di Relazioni Internazionali, Adriana Lazzaroni nel 1992 ha iniziato la sua carriera al Cnuce lavorando a progetti per lo sviluppo di infrastrutture informatiche in Africa. Come il Rinaf (Regional Informatic Networks for Africa), nato allo scopo di contribuire alla diffusione della rete Internet. Il Cnuce aveva il compito di fornire le attrezzature, fornire assistenza tecnica e organizzare corsi di formazione, il tutto tra enormi difficoltà logistiche e burocratiche. Oggi è referente per le relazioni internazionali del Cnr e collabora allo sviluppo delle attività nazionali e internazionali nel settore della Internet Governance.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso