22 Aprile Apr 2016 1313 22 aprile 2016

«Prince? Quello della birra»

Ennesima figuraccia per Gasparri che confonde il folletto di Minneapolis con i produttori della Prinz.

  • ...
507727468-maurizio-gasparri-during-protest-in-rome-for-gettyimages

Forse negli ultimi 30 anni è stato troppo impegnato a dare delle «nullità» a Fedez e J-Ax o a pungolare i 'vecchi' Pooh per accorgersi che dall'altra parte del mondo una star globale come Prince stava rivoluzionando il panorama musicale influenzando intere generazioni di artisti. Fatto sta che Maurizio Gasparri quell'autore di canzoni diventate sacre come Purple rain e Kiss proprio non lo conosceva. Una ignoranza (dal verbo ignorare, ovvio) musicale ribadita a gran voce durante il programma La Zanzara di Radio 24. Ed ecco che il Vicepresidente del Senato della Repubblica a domanda dei due conduttori radiofonici rispondeva candido: «Prince? Non so chi sia, chiedo scusa».

MEGLIO TACERE
Lo ammettiamo. Errare è umano, ma perseverare è decisamente diabolico. Perché dopo lo sgomento iniziale Gasparri non si è limitato a cambiare discorso e, incalzato dai conduttori, ha pensato bene di rincarare la dose. «Ma chi è Prince? Quello che ha fatto la birra?». Ecco anche noi non sappiamo come comentare tutto questo. Forse il Vicepresidente del Senato della Repubblica intendeva la birra Prinz Bräu. Già, forse. Ma con tutto il rispetto per i produttori di quel gustoso nettare siamo su due mondi distanti anni luce.

FUCILAZIONE?
«Non lo conosco. Posso cantare una canzone di Battisti o di Venditti a memoria. Mica è obbligatorio conoscere la musica pop. Purple rain? Non so cosa sia. Sono sopravvissuto fino a ora senza questo Prince. Che volete fare... fatemi fucilare», ha consluso. Caro Maurizio, e scusami per questo tu molto, anche troppo, colloquiale, la fucilazione mi sembra eccessiva. Hai ragione te, non è grave ignorare l'esistenza di un genio musicale come Prince (lo è di più scrivere chiesimo), però ogni tanto una bella ripassatina non farebbe poi così male.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso