7 Aprile Apr 2016 1324 07 aprile 2016

Hanno vinto la battaglia contro il cancro

La storia di Rheann, Ainsley e Rylie raccontata a due anni dalla prima foto scattata nel 2014 quando le tre bambine erano malate di tumore. Ora stanno meglio e sono diventate amiche.

  • ...
997e9a6a-2158-4922-8b4e-2d324b64bc51

Di cancro si può anche guarire. Il messaggio è chiaro. Soprattutto perché arriva da chi, quella malattia, l'ha sconfitta dopo una lunga battaglia. Testimonial (in)volontari sono così tre bambine che, nonostante la loro giovane età, sono state sottoposte dalla vita a una delle prove più difficili. E pensare che Rheann Franklin (6 anni), Ainsley Peters (4) e Rylie Hughey (3), nemmeno si conoscevano. Ad accomunarle la malattia e il fatto di essere in terapia. I fotografi Lora Scantling e Christy Goodger avevano deciso di immortalarle nell’aprile del 2014. Un progetto di sesibilizzazione che aveva toccato il cuore di migliai di utenti della rete.

GUARITE
Nel 2016, dopo due anni da quel primo incontro, i fotografi sono tornati a trovare Rheann, Ainsley e Rylie. Nel tempo le tre bambine sono diventate amiche e hanno continuato a tenersi in contatto mentre combattevano le loro rispettive battaglie. Quando i fotografi le hanno incontrate Rheann aveva appena completato il suo ultimo ciclo di chemioterapia, Ainsley faceva la chemio di mantenimento e Rylie era in remissione da più di un anno. «È stato davvero bello rivederle: sono più alte, le loro guance sono paffute, hanno un aspetto più sano», ha spiegato la fotografa Lora Scantling. Anche perché la situazione pare essere decisamente migliorata: «Rehann purtroppo ha perso in modo permanente i capelli però oggi è in remissione e vive una vita molto attiva. Ama uscire con i compagni di scuola, andare in bicicletta, giocare con le sorelle. Ainsley adesso non fa più la chemio, ma solo le analisi del sangue mensili. Anche Rylie è fuori dall'ospedale: ci torna solo per i controlli ogni tre mesi, ed è tornata a fare sport e a ballare», ha aggiunto.

LEGAME INDISSOLUBILE
Ma a unirle sempre più, oltre la lotta comune al cancro e quella foto scattata nel 2014, anche il legame d'amicizia che, negli anni, si è instaurato tra le tre bambine. «Abbiamo stretto un legame che durerà probabilmente per sempre. I parenti di chi ha il cancro sono un po’ come le vittime di un disastro e tendono a riunirsi il più possibile», ha spiegato Valerie Franklin, la mamma di Rheann. «A volte la vera forza sta nel sapere che non siete soli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso