4 Aprile Apr 2016 1809 04 aprile 2016

«Pronto, Governatore? Ho il ciclo»

Mike Pence, il Governatore dell'Indiana, ha firmato una legge che rende, in alcune circostanze, illegale l'aborto. Per protesta, alcune donne hanno chiamato il suo ufficio per raccontare i loro fatti più intimi.

  • ...
fxbiua

Il Governatore dell'Indiana Mike Pence ha firmato una legge che rende illegale l'aborto motivato da razza, sesso e disabilità del bambino, e considera i medici responsabili penali nel caso in cui avvenga una interruzione di gravidanza basata su questi presupposti. Secondo un'indagine, infatti, spesso le donne deciderebbero di abortire per le pressioni che i medici esercitano davanti a diagnosi di Sindrome di Down. La stessa legge ha stabilito che i corpi dei bambini abortiti (anche spontaneamente) devono ricevere normale sepoltura.

LA POLEMICA
La scelta, accolta con grande consenso da parte delle associazioni pro-vita, non ha avuto lo stesso successo davanti a molte persone che considerano fondamentale il diritto all'aborto. Una donna dell'Indiana, per esempio, ha recentemente creato una pagina su Facebook, Periods for Pence (mestruazioni per Pence), incoraggiando le sue fan a telefonare all'ufficio del governatore per avvisarlo quando hanno il 'ciclo', dal momento che, tecnicamente, potrebbe trattarsi di un aborto spontaneo. Ecco alcuni post riportati sulla pagina.


Io: «Buongiorno. Chiamo solo per dire al governatore che non sono ancora in stato di gravidanza. Sembra essere così preoccupato per i diritti riproduttivi delle donne».
La persona irritata dall'altro capo del telefono: «Posso sapere come ti chiami, per favore?»
Me: «Certo, mi chiamo 'Non incinta Laura'»


Loro: «Buongiorno, ufficio del governatore Pence»
Me: «Buongiorno. Volevo solo informare il governatore che le 'cose' sembrano asciutte oggi. Non dovrebbe esserci nessun bambino. Ok?»
Loro: (inorriditi e allegri allo stesso tempo) «Signora, possiamo avere il suo nome?»
Me: «Certo. È Sue»
Loro: «E il cognome?»
Me: «Magina. Che fa rima con...»
Loro: «Ho capito» * clic *


(Dopo essere stata trasferita direttamente a Katie, la segreteria telefonica)
Io: «Salve, sono di nuovo Sue Magina. Ho appena preso una buca sulla i-70. È stato un vero spasso! Ho paura che potrebbe aver scosso qualcosa lì dentro, e volevo assicurarmi che la questione sia stata affrontata nella nuova legge sull'aborto. So che il governatore Pence potrebbe preoccuparsi. Grazie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso