1 Aprile Apr 2016 1941 01 aprile 2016

«I corpi hanno molto da raccontare»

La fotografa Anastasia Kuba ha proposto a delle persone di posare per lei. Senza vestiti, né trucco, senza gioielli né accessori. E senza dare a nessuno dei suoi modelli la possibilità di cercare il proprio 'profilo migliore'.

  • ...

Foto di Anastasia Kuba.

Occhi chiari, capelli biondi, seno prosperoso. Anastasia Kuba è una fotografa russa, i cui tratti fisici corrispondono perfettamente ai più diffusi canoni di bellezza. Nonostante fin da piccola fosse riempita di attenzioni, non era soddisfatta di sé: «L'unica cosa che sembrava avesse valore era la mia apparenza. Pensavo di non avere nient'altro da offrire», ha raccontato all'HuffPost.

«VOGLIO RACCONTARE L'INTIMITÀ»
Così, intorno ai 25 anni, la donna ha deciso di non adattarsi alle norme di bellezza imposte dalla società: ha smesso di truccarsi, si è rasata i capelli, non ha più portato i tacchi. Le sue foto rispecchiano questa evoluzione: con il suo lavoro, cerca di raccontare l'intimità delle persone: «I corpi hanno delle cose da narrare, siamo creature complesse. Voglio che si raccontino da sé», ha affermato.

MODELLI TOTALMENTE NUDI
Con questi presupposti, la fotografa ha proposto a diverse persone di posare per lei, ricevendo risposte da transgender, cisgender (coloro che sono a proprio agio nel proprio sesso di nascita) e genderqueer di ogni età e origine. Con ognuno di loro, la fotografa ha passato tre ore, perché si potessero distendere, discutendo della percezione che avevano dei loro corpi. Molti erano pieni di complessi: «Il mio primo riflesso era di dire loro che erano belli. Ma mi sono dovuta bloccare e ascoltarli», ha detto Anastasia. Davanti alla macchina fotografica i modelli erano totalmente nudi. Niente vestiti, né trucchi, gioielli, accessori, e solo luce naturale. «Ho cercato di mostrare la loro spontaneità, senza dar loro la possibilità di mostrare il miglior profilo». Tutti i protagonisti hanno scritto un testo che è apparso accanto alle loro foto.
Nella gallery alcuni scatti e relativi commenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso