23 Marzo Mar 2016 1854 23 marzo 2016

Tremate, le streghe son tornate

La fotografa slovacca Lucia Sekerkovà ha raccontato tramite alcune fotografie la storia delle cartomanti della Romania. Tra divinazioni e profezie che non si sono ancora avverate.

  • ...
Maria Câmpina

Maria Câmpina è la regina delle indovine. Almeno secondo quanto sostiene lei. Ecco perché la fotografa slovacca Lucia Sekerkovà è andata in Romania per incontrarla. Una curiosità che poi si è trasformata in desiderio di conoscenza di un mondo occulto rimasto sconosciuto. Una curiosità che ha portato la fotografa ad approfondire la tematica: «Ho cercato su Internet e i giornali i loro indirizzi e numeri di telefono, ma la parte difficile è stata convincerle a farsi fotografare. Alcune volevano essere pagate, altre no. Ma alla fine erano quasi tutte disponibili a contrattare. I prezzi andavano dai 20 ai 50 euro per sessione», ha raccontato la Sekerkovà a Vice.

COMUNICAZIONE DIFFICILE
La Romania quello della cartomante è una professione che viene tramandata di generazione in generazione anche se non è così semplice parlare con loro. «La parte più difficile è stata convincerle a dire la verità. Durante le interviste, avevo la sensazione che tendessero a esagerare le loro storie. Era ovvio che stavano cercando di fare una buona impressione. In fin dei conti, la chiromanzia è un lavoro», ha aggiunto. Poi la curiosità è stata più forte. Da ambo le parti. Ecco perché Lucia ha voluto anche sperimentare le doti delle sue 'improvvisate' modelle. «Parte del mio progetto era vedere quanto le loro profezie fossero diverse tra loro». Effettivamente quanto le indovine prevedevano erano cose svariate e diverse: «Erano tutte molto corte, e decisamente vaghe. Una strega, per esempio, mi ha detto che nel giro di un anno mi sarei sposata e avrei avuto tre bambini. È passato più di un anno, ma non è successo». Profezie che, a detta della fotografa, non si sono ancora realizzate. Eccole nella gallery.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso