9 Marzo Mar 2016 1924 09 marzo 2016

Barbie premia il successo delle donne

Il 9 marzo, in occasione del compleanno della bambola più famosa del mondo, si è svolta la prima edizione del Barbie Award, che ha premiato sei personaggi femminili dal mondo della moda a quello dello sport.

  • ...
Barbie Awards -vincitrici 2016

Barbie Award premia le donne e i loro successi.
Immaginata e creata da Ruth Handler per mostrare alle bambine il loro potenziale illimitato, dal 1959 in poi, Barbie ha significato per tutte le bambine infinite possibilità di immaginazione.
Mercoledì 9 marzo, in occasione del compleanno della bambola più famosa del mondo si è svolta la prima edizione del Barbie Award, un evento per celebrare le donne che sanno innovare, che riescono ad essere intraprendenti e creative, e che ispirano le persone intorno a loro a realizzare i propri sogni. Barbie è infatti protagonista di un nuovo progetto per l'empowerment al femminile, facendosi portavoce di una campagna che stimola le giovanissime a non smettere di sognare e di credere di poter essere tutto ciò che si desidera.
Un evento in collaborazione con Bet She Can, una giovane fondazione italiana che ha l’obiettivo di infondere determinazione e coraggio alle ragazze in età preadolescenziale (8 - 12 anni), aiutandole a crescere come donne consapevoli delle proprie potenzialità, serene e libere di fare le proprie scelte. In occasione dei Barbie Awards sono stati assegnati sei premi esclusivi ad altrettante ambasciatrici del mondo della cultura, della moda, della musica e dello sport che hanno seguito l'immaginazione e realizzato i propri sogni.

LA PINA
La prima inspiring woman premiata è La Pina, rapper e conduttrice radiofonica più famosa di radio Deejay. Fin da giovanissima ha scoperto la sua più grande passione, la musica, ed è riuscita a farla diventare il suo mestiere. È una pioniera nell'ambiente rap, mondo tipicamente maschile, dove è riuscita ad emergere come artista innovativa. È stata premiata anche per il suo costante impegno nel sociale: grazie a diversi progetti è riuscita a garantire una casa per i bambini in difficoltà, permettendo loro di avere un futuro migliore.

SYRIA
Syria
 nasce come figlia d'arte e cresce in un ambiente ricco di stimoli artistici che l'hanno portata a realizzare il suo sogno, diventando una cantante e anche un'attrice teatrale. Una donna che ha coltivato la sua passione realizzando il suo sogno di diventare un'artista poliedrica e che, come madre, crede nei sogni di sua figlia.

STELLA JEAN
Il Barbie Award per il mondo della moda invece va a Stella Jean, stilista di talento che celebra la sua eredità creola fondendo le culture del vecchio e la fiera verve del nuovo continente, per far emergere una moda etica. La ricerca di uno stile unico l'ha portata a collaborare con donne di moltissimi Paesi in sviluppo, permettendo l'emancipazione a livello individuale di persone con un talento inespresso per la moda.

CHIARA MACI
Chiara Maci
, intraprendente food blogger dalle spiccate doti creative, emerge da tutti i televisori d'Italia grazie alla sua simpatia in cucina e con ricette ed idee giovani. La sua passione per la cucina, per cui si è aggiudicata il premio, si spiega con la voglia «di svegliarti la mattina, metterti un grembiule infarinato e con gli occhi ancora assonnati iniziare a sporcarti le mani di burro, latte, zucchero, cioccolato, uova per creare giorno dopo giorno un qualcosa».

CARLOTTA FERLITO
Poi lo sport. Carlotta Ferlito entra nel mondo dell'agonismo fin da piccola: partecipa a Campionati Europei, Olimpiadi e Mondiali vincendo diverse medaglie per la ginnastica artistica. Uno sport in cui si fondono eleganza e forza.

CHIARA NASTI
La donna più giovane ad aver ricevuto il Barbie Award è Chiara Nasti, premiata per essere diventata un'esperta di moda e accessori che l'hanno resa una fashion blogger per passione. Nonostante la giovane età è un punto di riferimento per lo stile delle giovanissime e si sposa con il tema della moda, al quale Barbie è legata da sempre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso