8 Marzo Mar 2016 1558 08 marzo 2016

Mimose? Meglio lo spray al peperoncino

Questa l'iniziativa presa dal sindaco di Fontevivo Tommaso Fiazza. «Noi vogliamo che le nostre donne siano in condizioni di difendersi ovunque vadano», ha detto il primo cittadino.

  • ...
fontevivo-675-630x257

Mimose? Auguri? Macché, meglio lo spray al peperoncino. È questo il singolare omaggio che, in occasione della Festa della Donna, il sindaco di Fontevivo (provincia di Parma) ha deciso di donare a tutte le sue concittadine. Il Comune, guidato dal giovane primo cittadino della Lega Nord Tommaso Fiazza, ha infatti deciso di distribuire gratuitamente a tutte le residenti del paese una bomboletta antiaggressione.

LE MOTIVAZIONI
«Per l’8 marzo abbiamo voluto mettere a disposizione uno strumento semplice e concreto, del tutto legale, per difendere le nostre donne dai malintenzionati. Vogliamo dare un segnale concreto e tangibile per tutelare tutte le nostre cittadine», ha spiegato il sindaco Fiazza a ilfattoquotidiano.it. L’iniziativa, proposta dal vicesindaco Matteo Agoletti, dovrebbe costare circa 600 euro alle casse del Comune. Ed ecco che, presso lo sportello del cittadino, il kit antiaggressione è stato distribuito a tutte le abitanti maggiorenni del Comune.

SIMBOLOGIA INVARIATA
E se la mimosa rimane il simbolo della Festa della Donna, lo spray al peperoncino è stato distribuito «perché troppe donne vengono calpestate, rapinate o violentate nel corpo e nella dignità. Noi vogliamo metterle in condizioni di difendersi a Fontevivo, che però fortunatamente è ancora un’isola felice, e anche quando si spostano a Parma o altrove». L'auspicio delle autorità comunali è comunque quello che la bomboletta non debba mai essere utilizzata. Il gesto, a detta del primo cittadino, sarebbe stato accolto con entusiasmo dagli abitanti di Fontevivo che vivranno una Giornata internazionale della donna un po' diversa dal normale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso