8 Marzo Mar 2016 2003 08 marzo 2016

Cicciobello mon amour

È morto a 87 anni Silvestro Bellini, l'inventore del giocattolo simbolo di intere generazioni. Ripercorriamo le tappe dell'evoluzione del bambolotto famoso in tutto il mondo dal 1962 a oggi.

  • ...
Morto a 87 anni l'uomo che disegnò il volto di 'Cicciobello'

Occhi azzurri, capelli biondi e 50 cm di altezza avvolti in un completo celeste di lana che sembra fatto a mano: il primo Cicciobello nel 1962.

ANSA - ANSA

Addio al papà di uno dei bambolotti più celebri e amati dai bambini di tutto il mondo, Cicciobello Silvestro Bellini, morto a 87 anni a Bergamo, nel 1962 fu il primo a disegnare la bambola poi divenuta nota in tutto il mondo, simbolo di intere generazioni.

ISPIRATO DA UN NEONATO BERGAMASCO
«Era il 1962 quando nacque il primo disegno e mi ispirai al volto di un neonato bergamasco», aveva raccontato. «In quegli anni alla Sebino fummo capaci di creare capolavori per i bambini, con l’azienda guidata da Gervasio Chiari che raggiunse i 550 addetti. Producevamo bambole, soldatini di tutti i colori, giocattoli di ogni tipo e per ogni età, un successo senza precedenti, un esempio di imprenditoria vincente».
Il successo di Cicciobello, dagli Anni '60 in poi, fu tale, infatti, che l'azienda di giocattoli arrivò ad avere fino a 550 occupati. La produzione alla Sebino terminò nel 1984, poi il marchio e gli stampi passarono prima alla Migliorati Giocattoli di Pavone Mella, poi alla Giochi Preziosi. Bellini si era formato all'Accademia Carrara di Bergamo e aveva lavorato come artista disegnatore anche negli Stati Uniti e in Austria.

L'EVOLUZIONE NEI DECENNI
Ha i capelli biondi, gli occhi azzurri, le guance rosse e una tutina azzurra. E ha sempre un ciuccio in bocca. Ma di Cicciobello sono nate decine e decine di modelli: da quello rock degli Anni '80 a quello che impara parlare nel 2002.
Nella gallery, dal 1962 a oggi, i modelli più famosi e l'evoluzione della bambola più amata d'Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso