25 Febbraio Feb 2016 1839 25 febbraio 2016

«Mi ha aggredito con violenza»

Il paparazzo Andrea Belmonte ha raccontato in un'intervista l'aggressione subita da Luca Argentero mentre cercava di fotografarlo insieme alla moglie fuori da un cinema romano.

  • ...
argentero_luca_testimonial_cuoio_toscana_pitti

Alcune indiscrezioni circolate a fine 2015 davano per finito il matrimonio tra Luca Argentero e la moglie Myriam Catania. La causa della crisi sarebbe stata la comparsa, nella vita dell'artista torinese, della giovane attrice Cristina Marino. Soltanto due mesi dopo, però, era sembrato che tutto fosse risolto: Argentero e la sua sposa erano stati fotografati da soli al cinema. Quella volta, tutto era 'filato liscio'.

DIECI GIORNI DI PROGNOSI 
Le cose sono andate diversamente al paparazzo romano Andrea Belmonte che, sempre all'uscita di una sala cinematografica, ha tentato di scattare una foto alla coppia. Argentero, che evidentemente non ha apprezzato il gesto, è corso verso il fotografo e lo ha aggredito, 'regalandogli' dieci giorni di prognosi.

IL RACCONTO DEL PAPARAZZO
Il paparazzo, intervistato da Selvaggia Lucarelli, ha raccontato come si sono svolte le cose e si è detto sconvolto della reazione violenta del ragazzo, apparentemente equilibrato e gentile. «Si è letteralmente abbattuto su di me dopo avermi rincorso per diversi metri. Manco lo avessi fotografato in atti osceni o compromettenti! Perché non se l’è presa con chi lo ho fotografato mentre cornificava la moglie?», ha affermato. Ma Belmonte ha anche sottolineato la reazione decisamente scomposta della Catania che, usando parole tutt'altro che gentili, avrebbe urlato a lui e al collega Massimiliano Sorge: «A morti de’ fame! Che ce rompete er cazzo pè quei du’ spicci che ve facciamo portare a casa. Ma annatevene a fare in culo!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso