11 Febbraio Feb 2016 1216 11 febbraio 2016

«Io e la camorra? Basta calunnie»

Belen Rodriguez smentisce la notizia che vedeva il suo nome associato ai festini di alcuni boss.

  • ...
Camorra: pentiti, book con foto soubrette vip per feste boss

Il suo nome è uscito sui giornali associato a quello di alcuni boss della camorra, che avrebbero voluto lei e altre soubrette alle loro feste. Ma questa volta non ci sta Belen Rodriguez, e risponde alle indiscrezioni circolate il 10 febbraio con un post più che agguerrito su Instagram e Facebook. «Sono stata sempre accostata ai peggiori scandali, dalla politica alla mafia, con quale colpa mi chiedo io? Mai e poi mai è uscito nulla di compromettente sul mio conto, solo diffamazioni inutili senza fondamenta», scrive la showgirl.

«QUELLA FESTA NON È MAI ESISTITA»
«'Cesarino Pagano ci disse se era possibile prendere Belen per fare un regalo a Mario, solo che Belen era impegnata nel mondo della pubblicità e film e non era possibile, quindi chiesero ad Aida, ma anche in questo caso non fu fatto niente'. Ovviamente non c’è stato alcun contatto tra il boss scissionista e Belen e gli stessi pentiti ribadiscono che la festa stile grande bellezza con veline o star del gossip italiano non venne mai realizzata», continua Belen. «Quando la smetteranno? Questa è la seconda volta che compaio su tutti i titoli dei quotidiani affiancata alla camorra. Io sono una donna forte, ma anche noi ogni tanto crolliamo, e non mi piace sentirmi così per colpa di determinate persone che pur di fare notizia si riempiono la bocca d'aria».

«MAI SCESA A COMPROMESSI»
Poi la replica alle malelingue alle quali ormai è abituata. «Quelle che dicono 'lo sappiamo noi come quella lì ha fatto carriera'? Mi sono fatta strada da sola, senza mai scendere a nessun compromesso, ho sempre fatto scelte con il cuore, mai calcolate, ma agendo di pancia, per sentimenti reali, non ho mai avuto a che fare con imprenditori, politici, né persone maggiori. Per concludere con l'hashtag #amenonmicompranessuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso