9 Febbraio Feb 2016 1253 09 febbraio 2016

Una birra gay-friendly per Formigoni

Dopo il tweet in cui parlava di «checche» e «crisi isteriche», l'ex governatore della Lombardia è stato preso di mira dalla Ceres, che l'ha invitato a unirsi alle «pazze pazze pazze» della kermesse sanremese.

  • ...
roberto_formigoni


A volte 140 caratteri sono fin troppi: «Odore della sconfitta su Cirinnà sta procurando crisi isteriche gravi su gay,lesbiche,bi-transessuali e checche varie. Non è bello,poverini». Il tweet di Roberto Formigoni, dai toni a dir poco discutibili, ha suscitato non poco clamore e indignazione. Molti utenti hanno reagito accostando alcune immagini che raffigurano l'ex governatore della Lombardia con indosso le sue celebri, sgargianti camicie multicolore dal dubbio gusto estetico. L'occasione di reagire con ironia al tweet di Formigoni è stata colta però anche dalla Ceres, noto brand di birra danese: «Da domani tutte pazze pazze pazze sulla terrazza. Dai, vieni anche tu @r_formigoni!». Il tweet, accompagnato da una gif di Raffaella Carrà, icona gay per eccellenza, rifà evidentemente il verso allo stereotipo della checca isterica a cui faceva riferimento Formigoni stesso.


«CRITICATEMI, NON DISTORCETEMI»
Intanto Formigoni, una volta lanciato il sasso ha deciso di tirare indietro la mano, trincerandosi dietro una difesa costruita su argomentazioni che farebbero impallidire l'Accademia della Crusca: «Accetto di essere criticato, non di essere distorto, stravolto, strumentalizzato. Nel mio tweet non ho insultato nessuno, mi sono limitato a constatare che alcune persone gay, lesbiche ecc... stanno avendo crisi isteriche. Il testo è inequivocabile, si tratta di alcune specifiche persone (a me note) e non di una annotazione generale rivolta a 'erga omnes'», ha affermato il senatore sui social. «Del resto la lingua italiana è precisa: in italiano, l'assenza dell'articolo determinativo indica chiaramente che si tratta di casi specifici. Se avessi voluto offendere un intera categoria di persone avrei usato l'articolo determinativo: i gay, le lesbiche ecc... Così non ho fatto, accetto di essere criticato, non distorto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso