9 Febbraio Feb 2016 1837 09 febbraio 2016

Se il tè combatte l'osteoporosi

Uno studio ha dimostrato come la bevanda, ricca di flavonoidi, aiuti il rafforzamento delle ossa, accelerando la formazione di nuove cellule ossee e rallentando l'eorsione di quelle esistenti.

  • ...
4-78253815-diap_diaporama_550

Il segreto per avere ossa forti? Bere tanto . No, non abbiamo sbagliato bevanda. Perché se da una parte il latte rimane fonte inesauribile e importante di calcio, dall'altra, soprattutto a una certa età, il consumo della bevanda preferita dagli inglesi porterebbe immensi benefici.

LA RICERCA
Secondo uno studio australiano, condotto dalla Flinders University e pubblicato sulla rivista scientifica American Journal of Clinical Nutrition, bere tre tazze di tè al giorno ridurrebbe il rischio di fratture di circa il 30% rispetto a chi non lo consuma o lo consuma poco. La ricerca ha preso in esame un campione di 1200 donne di età media intorno agli 80 anni. Alle ottuagenarie sono state chieste le abitudini alimentari e, in particolare, quelle relative al consumo di tè. Nel periodo di osservazione, durato 10 anni, le donne hanno subito 288 fratture, 129 delle quali alle anche.

BERE TÈ FA BENE
Tuttavia, coloro che bevevano almeno tre tazze di tè al giorno, meglio se della qualità nera o verde, hanno fatto registrare circa un terzo in meno di probabilità di andare incontro alla rottura di un osso rispetto a chi lo beveva raramente o non lo assumeva affatto. Secondo i ricercatori i flavonoidi presenti nel tè rafforzerebbero lo scheletro, accelerando la formazione di nuove cellule ossee e rallentando l'erosione di quelle esistenti dovuta all'osteoporosi. Questa sostanza è contenuta anche nel caffè, ma sarebbe stato proprio il tè ad aiutare maggiormente le donne che si sono sottoposte allo studio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso