27 Gennaio Gen 2016 1139 27 gennaio 2016

Una danza per celebrare la vita

Éva Fahidi, una 90enne ebrea-ungherese sopravvissuta allo sterminio nazista, ha deciso di salire sul palco per mettere in scena un ballo di gioia e libertà.

  • ...
rdgv

Éva Fahidi è una 90enne ebrea-ungherese sopravvissuta allo sterminio nazista. Aveva soltanto 18 anni quando fu deportata nel campo di concentramento di Auschwitz. Era il 1944. La donna, che ha perso tutta la sua famiglia nelle camere a gas, ha scelto di celebrare la vita danzando.

UN INNO DI GIOIA E LIBERTÀ
Inno di gioia e libertà, lo spettacolo di cui Éva è protagonista ha debuttato a Budapest ed è già stato replicato sette volte. «All’inizio pensavo che non sarei riuscita a danzare, sentivo tutti i miei limiti. Poi, ho iniziato a riscaldarmi ed è stato fantastico scoprire nuovi desideri dentro al mio vecchio corpo», ha raccontato a France Press.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso