27 Gennaio Gen 2016 1639 27 gennaio 2016

Sognando il César

Loubna Abidar, interprete principale del film scandalo Much Loved, è stata nominata come miglior attrice protagonista agli Oscar del cinema francese. Si tratta della prima donna di origine marocchina a ricevere una nomination per quella categoria.

  • ...
aci

Sembra che il mondo del cinema si sia finalmente accorto anche di lei. Tanto da regalarle, meritatamente, un successo internazionale neanche immaginato prima. Loubna Abidar, marocchina di 32 anni protagonista del film scandalo Much Loved, è stata infatti candidata come miglior attrice ai César 2016, l'Oscar del cinema francese.

PRIMA VOLTA
Loubna Abidar, prima attrice di origine marocchina ad ottenere una nomination in questa categoria, è intenzionata a superare la feroce concorrenza di Cathrine Deneuve e Isabelle Huppert pur di guadagnare l'ambito riconoscimento. Much Loved, censurato sin da subito in Marocco, racconta la vita di Noah, una prostituta di Marrakesh, che vive con le compagne di lavoro Soukaina e Randa. Un film denuncia che non ha lasciato indifferente l'opinione pubblica.

LA PROTAGONISTA
Nata in Marocco 32 anni fa da una famiglia originaria di Casablanca, Loubna Abidar ha ottenuto la fama grazie all'interpretazione della prostituta Noah nel film Much Loved. Il lungometraggio, che è una produzione-franco-marocchina, ha creato diversi problemi in patria all'attrice. Tanto che, il 6 novembre 2015 , è stata vittima di un violento attacco fisico proprio a Casablanca da parte di un gruppo di estremisti. Nonostante il viso tumefatto e ancora sanguinante, la polizia locale si è rifiutata di verbalizzare la denuncia fatta dalla ragazza. Per non icappare in altre violenze, Loubna ha deciso di emigrare in Francia dove ha torvato rifugio. Nel Paese, l'attrice ha deciso di scrivere un libro-denuncia dedicato al tema del ruolo della donna nell'islam radicale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso