18 Gennaio Gen 2016 1308 18 gennaio 2016

«Avrebbe potuto diventare un dottore»

La regina di Giordania, Rania, ha risposto su Twitter alla vignetta pubblicata da Charlie Hebdo su Aylan, il bimbo siriano morto sulle spiagge turche. Nel disegno satirico si 'ipotizzava' per lui un futuro da «palpatore di sederi in Germania».

  • ...
hrh-queen-rania_tcm30-22363

Aveva suscitato molto clamore una vignetta pubblicata dal giornale satirico parigino Charlie Hebdo, nella quale il disegnatore Riss ironizzava su Aylan, il bimbo siriano morto sulle spiagge turche ipotizzando che, da grande, sarebbe diventato «un palpatore di sederi in Germania» (con riferimento alle violenze avvenute la notte di Capodanno a Colonia).


«AVREBBE POTUTO DIVENTARE UN DOTTORE»
La vignetta, aspramente criticata, non è piaciuta neanche alla moglie del re Abd Allah II di Giordania, Rania, di origine palestinese e musulmana sunnita, da sempre attenta alla difesa dei diritti civili. La donna aveva manifestato insieme al marito la sua vicinanza al popolo francese e la sua fede nella libertà quando, nel gennaio 2015, la sede del giornale satirico era stata vittima di un attentato. Ma la regina, che evidentemente non apprezza l'ironia antireligiosa del settimanale, ha voluto rispondere a modo suo alla 'provocazione' condividendo sul suo account Twitter l'illustrazione del disegnatore giordano Osama Hajjaj. Nell'immagine si vede un Aylan adulto con il camice di un medico. «Avrebbe potuto diventare un dottore, un insegnante, un padre affettuoso», ha scritto la regina, ringraziando il disegnatore per aver dato vita ai suoi pensieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso