14 Gennaio Gen 2016 1230 14 gennaio 2016

Tra tacchi e tacchetti

Debora Novellino è la calciatrice di Serie A eletta come Prima bellezza dell'Anno: un titolo che le dà l'opportunità di partecipare a Miss Italia. Per dimostrare che calcio e femminilità possono andare d'accordo.

  • ...
debora-novellino

Nonostante lo stereotipo della calciatrice sgraziata, mascolina e quasi sempre lesbica sia, purtroppo, ben radicato tra le alte sfere del calcio italiano (e, comunque, se corrispondesse alla realtà non ci sarebbe nulla di male), c'è chi è decisa a dimostrare che si può essere belle e attraenti anche se si passano svariate ore sui campi di calcio. Debora Novellino, ad esempio, terzino della Pink Bari dai piedi buoni, ha deciso che oltre a scattare sull'erba del campo di gioco poteva benissimo sfilare sulla passerella di Miss Italia. Un sogno che sembrava lontano, se non impossibile, e che invece si è avverato.

PRIMA BELLEZZA DELL'ANNO
Classe 1997, 160 centimetri per 50 chili di peso, Debora si è già qualificata per le finali del concorso di bellezza che si svolgeranno nella cornice di Jesolo. Dove arriverà con un titolo non da poco, quello di 'Prima bellezza dell'anno': primato conquistato lasciandosi alle spalle altre sette concorrenti. A spingerla in alto, anche (e soprattutto), i voti raccolti sul web dalla Lega nazionale dilettanti.

RAGAZZA-EMBLEMA
Debora è ancora giovanissima, ma pensa già al futuro. Le piacerebbe condurre una trasmissione sportiva. Inoltre, è convinta del fatto che il calcio sia uno sport femminile tanto quanto lo sono la danza, il nuoto e la pallavolo. Un bello sponsor per il movimento calcistico femminile, come confermato dalla delegata Rosella Sensi: «Debora è l'emblema di come il calcio femminile non cambi la fisicità e la femminilità di una ragazza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso