14 Gennaio Gen 2016 1425 14 gennaio 2016

Ecco l'uomo del futuro

Secondo lo scienziato Matthew Skinner il genere umano sarebbe pronto ad adattarsi ai cambiamenti della Terra mutando la propria conformazione fisica. Ecco il video che spiega tre possibili scenari.

  • ...
ipotesi 3

Come sarà l'uomo del futuro? Magari a tremila anni da oggi, quando il mondo potrebbe essere ben diverso da quello che conosciamo? Se lo è chiesto anche il paleontologo Matthew Skinner, professore dell'Università di Kent, che ha spiegato come il futuro del corpo umano dipenderà esclusivamente dall'habitat in cui si troverà a vivere. Così lo studioso ha proposto tre possibili scenari. Scopriamoli!

ACQUA
Se la Terra dovesse essere sommersa dalle acque, ecco che nel tempo il genere umano potrebbe sviluppare mani e piedi palmati se non addirittura una membrana nittitante, ovvero una terza palpebra trasparente che può essere calata sopra l'occhio per proteggerlo e idratarlo senza ridurre la visibilità mentre si trova sottacqua.

SPAZIO
Se invece l'uomo dovesse essere costretto a colonizzare lo spazio, a mutare principalmente sarebbero i leneamenti del viso. Il motivo è tutto legato alle abitudini alimentari che porterebbero a consumare i viaggiatori spaziali maggiormente del cibo liquido o piccole pillole al posto di pasti solidi. In questo caso i denti diventerebbero più piccoli poiché sempre meno utilizzati, e anche la mascella potrebbe subire mutamenti.

GHIACCIO
Infine se l'uomo dovesse affrontare una nuova era glaciale, i mutamenti del corpo sarebbero maggiori. Per adattarci alle rigide temperaturedel nuovo mondo, la pelle diventerebbe molto più chiara, mentre peli e capelli sarebbero più folti per riparaci e proteggerci dal freddo. Questo, secondo Skinner, dimostra come l'uomo cercherà sempre di evolversi per rispondere al meglio ai cambiamenti climatici nel tentativo di sopravvivere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso