11 Gennaio Gen 2016 1624 11 gennaio 2016

Un donatore per salvarle la vita

Lara Casalotti, malata di leucemia, è nata da padre italiano e madre thailandese: motivo per il quale per lei è molto complicato trovare del midollo osseo compatibile con il suo. Sul web la campagna Match4Lara.com.

  • ...
lara

«Lara è una ragazza di 24 anni con origini cino-thailandesi e italiane. È una studentessa appassionata di diritti umani e lavora per i rifugiati. Le è stata diagnosticata una forma acuta di leucemia mieloide nel dicembre 2015 e, per salvarle la vita, abbiamo bisogno di un donatore di cellule staminali». Sono le parole che raccontano la difficile storia di una ragazza di 24 anni sulla pagina web Match4Lara.com: Lara Casalotti, malata di leucemia, sta affrontando grosse difficoltà nel trovare un donatore che, grazie a un trapianto, possa regalarle una speranza di vita. Il motivo è che Lara è nata da padre italiano e madre thailandese, così per lei è molto complicato trovare del midollo osseo compatibile con il suo. «In tutto il mondo solo il 3% dei donatori di midollo osseo hanno genitori di origini miste - hanno spiegato i genitori della ragazze - e solo una piccola parte di questi hanno origini sia asiatiche sia europee».

L'HASHTAG #MATCH4LARA
Lara, che si sta sottoponendo alla chemioterapia, e la sua famiglia, che vive a Londra, chiedono di inserire il proprio nome nella lista dei donatori sul sito, sperando che qualcuno possa dare una possibilità alla ragazza e alle persone che si trovano nella sua stessa stessa condizione. Sono state create anche una pagina Facebook e l’hashtag #match4Lara, con cui gli utenti di Twitter si stanno mobilitando per trovare un donatore che possa salvarla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso