9 Dicembre Dic 2015 1730 09 dicembre 2015

Non è una copertina per donne

Angela Merkel è stata scelta dal Time come «persona dell'anno». Ma è solo la quarta di sesso femminile in quasi un secolo. Prima di lei Wallis Simpson, Elisabetta II e Corazon Aquino.

  • ...
m

La cancelliera tedesca Angela Merkel è stata definita la persona dell'anno da Time che le ha dedicato la copertina. «Angela Merkel, cancelliera di un mondo libero», è il titolo sul magazine statunitense accanto a un ritratto della leader tedesca. Il riconoscimento è andato a Merkel per «la sua leadership nell'aver promosso e mantenuto un'Europa aperta e senza confini di fronte alla crisi economica e a quella dei profughi». Il califfo Abu Bakr Al-Baghdadi, leader dell'Isis, è al secondo posto dietro la cancelliera nella classifica di Time sulle persone più influenti del 2015. Al terzo posto il magnate Donald Trump.

FINALMENTE UNA DONNA: LA PRIMA IN 29 ANNI
Angela Merkel è solo la quarta donna ad esser scelta come persona dell'anno di Time dal 1923 e la prima in quasi 30 anni. La prima a essere insignita del riconoscimento fu, nel 1936, Wallis Simpson, la divorziata americana per cui Edoardo Ottavo rinunciò alla corona britannica. Nel 1952 fu la volta della Regina Elisabetta e nel 1986 di Corazon Aquino, la prima donna presidente delle Filippine (1933-2009). Nel 1975 la copertina della persona dell'anno andò collettivamente alle «donne americane». Altri riconoscimenti 'di coppia' sono stati quelli del 1936 - Soon May Ling e Chiang Kai Shek - e del 2005: Melinda Gates con il marito Bill Gates e Bono Vox (nella categoria «i Samaritani»). Nel 2002 la cover story dell'anno è stata dedicata a tre donne «whistleblower» che hanno portato in luce magagne all'FBI, Worldcom e Enron.

PAPI, PRESIDENTI: I RUOLI DI POTERE RICOPERTI DAGLI UOMINI
Perché un'attesa lunga decine di anni? La risposta è più semplice del previsto: l'etichetta di «persona dell'anno» tende a favorire le persone con potere istituzionale. La scelta riflette il punto di vista di Time su chi, secondo la rivista, ha influenzato il mondo dell'informazione nelle nostre vite nel bene e nel male. Dal 1986 al 2015 ci sono stati quattro presidenti degli Stati Uniti, tutti uomini, tre dei quali al secondo mandato. Più una manciata di leader dell'Unione Sovietica, di nuovo tutti gli uomini. Anche il papa è uomo. Ed è molto più facile fare notizia da un indirizzo come la Casa Bianca, il Cremlino o il Vaticano. In pochi sanno che il 1999 fu l'anno in cui il nome della rubrica cambiò da «uomo dell'anno» a «persona dell'anno».

DIECI ANNI DI CANCELLIERATO
Davvero aver scelto Angela Merkel come persona del 2015 è una rivoluzione? La cancelliera tedesca amministra la quarta economia più grande del mondo. È in carica da un decennio (dal 22 novembre 2005), è una manager di principio e una diplomatica risoluta. E negli ultimi 12 mesi ha affrontato importanti sfide globali, sfide con conseguenze ben oltre i confini tedeschi. Basta per una copertina?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso