25 Novembre Nov 2015 2012 25 novembre 2015

Fascino oltre le sbarre

Un calendario in cui le donne recluse nella Casa Circondariale di Rebibbia diventano modelle per un giorno. Con lo scopo di dare un contributo alle attività volte alla riabilitazione in carcere.

  • ...
rebibbia

Non sono modelle, non sono ammiccanti nè svestite. Sono donne che vivono oltre le sbarre che non perdono la loro femminilità, ma la vestono e la reinterpretano per un giorno con abiti di alta moda. Indossando creazioni alla moda della linea Nero Luce, la cui produzione avviene all'interno del laboratorio Ricuciamo, nella Casa Circondariale Femminile di Rebibbia, e dell'Accademia Koefia di Roma.

UN'IDEA PER LA RIABILITAZIONE
L'idea è venuta ai fotoreporter Mauro Rosatelli e Claudio Laconi dell'agenzia di fotografia Mixzone.it con lo scopo di dare un contributo alle attività volte alla riabilitazione delle donne recluse a Rebibbia. L'iniziativa - approvata tra gli altri dal ministero della Giustizia, si sviluppa in un suggestivo servizio fotografico a un gruppo di donne detenute dal titolo. Si chiama Fascino oltre le sbarre – La creatività delle donne di Rebibbia ed è un vero e proprio calendario.

IN MOSTRA A ROMA
Un particolare fashion book tradotto in una mostra di 41 immagini allestita dal 23 al 29 novembre 2015 presso lo Stadio di Domiziano a Roma e in un originale calendario di 24 mesi. Il ricavato delle vendita dei calendari è interamente destinato alla Casa Circondariale: il fine è quello di realizzare attività e migliorare le condizioni dei detenuti, in particolare delle madri della Sezione Nido.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso