18 Novembre Nov 2015 1835 18 novembre 2015

Se la multa la paga la Caritas

A Trieste l'associazione diocesana salda le multe dei migranti che hanno dimenticato o non possiedo abbonamenti e biglietti validi per usufruire del servizio pubblico di trasporti.

  • ...
15set14. Nuovi autobus Trieste Trasporti

Dura lex sed lex. Chi non ha il biglietto o l'abbonamento dell'autobus paga la multa. Ovunque è così, o quasi. A Trieste, infatti, la Caritas locale ha deciso di pagare le eventuali sanzioni ai profughi che non esibiscono il tagliando ai controllori dell'azienda di trasporti pubblici. Lo riporta il Gazzettino, attraverso le parole del direttore dell'associazione diocesana, don Alessandro Amodeo.

OBBLIGO MORALE
Secondo la Caritas triestina, l'associazione deve fornire alcuni servizi a fronte di una cifra che riceve giornalmente. Tra gli obblighi vi sarebbe anche quello di pagare le multe a chi dimentica il titolo di viaggio per i mezzi pubblici. Ai profughi è sufficiente esibire una fotocopia dell'abbonamento e della ricevuta: ma per chi lo scorda o proprio non lo ha, Caritas Trieste paga la sanzione. «Si tratta di una convenzione che non abbiamo fatto noi ma di servizi a cui abbiamo aderito e abbiamo l'obbligo di rispondere», ha spiegato don Alessandro Amodeo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso