13 Novembre Nov 2015 1628 13 novembre 2015

Bieber e One Direction, sfida al vertice

Gli idoli delle teenager hanno scelto la data di venerdì 13 per lanciare i loro due nuovi album, Purpose e Made in the A.M. Chi conquisterà la vetta della classifica?

  • ...
bieber_purpose

Le popstar americane non sono superstiziose. Forse è merito di Taylor Swift, che grazie al numero 13 ha fatto una fortuna. Fatto sta che Justin Bieber e gli One Direction hanno scelto proprio la fatidica data di venerdì 13 per lanciare i loro nuovi album. Il lancio in contemporanea ha tutto il sapore di una sfida al vertice tra quelli che sono i volti più amati dalle teenager di tutto il mondo: da una parte il canadese fresco del trionfo agli EMA, dall'altra la band anglo-irlandese in cima ai trending topic di Twitter un giorno sì e l'altro anche. A spalleggiare le proprie punte di diamante, le due major discografiche Columbia Records e Universal Music. In attesa di scoprire chi vincerà questo scontro musicale, andiamo a scoprire i due album.

PURPOSE
Il nuovo lavoro di Justin Bieber arriva a due anni di distanza da Journals, il precedente album. Purpose è stato lanciato con grande anticipo dal singolo What Do you Mean?, che tra agosto e settembre ha raggiunto la vetta delle classifiche di mezzo mondo. Tante le collaborazioni per i singoli brani dell'album: da Love Yourself, scritta insieme a Ed Sheeran, ai feat con Big Sean, Travis Scott, Halsey e, soprattutto, Skrillex.

MADE IN THE A.M.
L'album degli One Direction è il loro quinto lavoro in studio. È stato lanciato dal singolo Drag Me Down, e anche se le fan l'hanno accolto con grande entusiasmo, in rete serpeggia il timore che possa trattarsi del loro ultimo lavoro. Tutta colpa di Zayn Malik, che nei mesi precedenti ha deciso di abbandonare i membri della band al loro destino. Alcune voci sostengono poi che Harry Styles sia pronto a lanciarsi in una carriera solista, mentre Louis Tomlinson starebbe pensando a un ruolo come giudice di X Factor.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso