6 Novembre Nov 2015 1802 06 novembre 2015

Non è una città per minoranze

A Houston, in Texas, è stata abolita una normativa che tutelava da ogni forma di discriminazione persone appartenenti a religioni, sesso ed etnie diverse da quella dominante.

  • ...
Mallet, legal code and scales of justice. Law concept, studio shots

A volte la paura della diversità è più forte di qualsiasi pensiero, parola o legge. Lo sanno bene a Houston (Texas) dove martedì 3 novembre 2015 i cittadini hanno bocciato un'ordinanza antidiscriminazione che permetteva, tra le altre cose, ai transgender di scegliere il bagno pubblico che meglio li faceva sentire a loro agio. Il decreto, approvato inizialmente dal consiglio cittadino a maggio, era stato presentato agli elettori sotto forma di quesito referendario. Tuttavia, con un secco 64% la legge è stata rispedita al mittente per la delusione delle leghe Lgbt di tutto il mondo.

TUTTO DA RIFARE
La Houston Equal Rights Ordinance (Hero) prevedeva multe da 5 mila dollari per chiunque discriminasse un altro individuo in base a sesso, razza, etnia, nazionalità, età, religione, disabilità, stato di gravidanza, informazioni genetiche, stato famigliare, coniugale o militare. Tuttavia la legge è stata considerata troppo vaga. Così, dopo appena un mese dalla sua approvazione, la Corte suprema del Texas ha detto che il testo andava rivisto oppure sottoposto al giudizio del popolo. Da qui il disgraziato referendum che ha sancito la fine di una legge che sarebbe stata epocale per i diritti delle minoranze.

VITTORIA A MANI BASSE
Nonostante la massiccia campagna a favore del passaggio della legge, i suoi oppositori hanno vinto senza nemmeno troppe difficoltà. A commentare questa sconfitta, o vittoria a seconda delle parti, è stato il vicegovernatore Dan Patrick, antagonista della HERO: «Un conto è non discriminare, un altro è punire con aggravanti chi non aderisce al dettato della maggioranza. Sappiamo nel nostro cuore e nella nostra pancia di americani che questo non è giusto». Già 200 città statunitensi hanno approvato testi simili a quello bocciato a Huston.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso