4 Novembre Nov 2015 1427 04 novembre 2015

«Il re saudita e io»

L'Alta Corte britannica ha accolto le richieste di Janan Harb, la donna che in gran segreto aveva sposato il sovrano dell'Arabia, Fahd. La famiglia reale le deve versare un indennizzo di oltre 40 milioni di euro.

  • ...
Janan_Harb_at_the__3378297b

«Grazie a Dio c’è una giustizia in Gran Bretagna». Con queste parole Janan Harb ha accolto la decisione dell'Alta Corte britannica che le dava ragione su una disputa durata diversi anni. Ora la donna è pronta a ricevere dalla famiglia reale saudita un indennizzo di circa 21 milioni di euro più due case a Chelsea e ad ovest di Londra (valore stimato intorno ai 14 milioni di euro).

UNA MOGLIE PER IL RE
Janan è nata in Palestina nel 1947 da una famiglia cristiana. Il padre era un ristoratore e la bambina aveva ricevuto un'ottima educazione scolastica. Nel marzo del 1968, a soli 19 anni e in gran segreto, Janan si era sposata con il principe Fahd, più vecchio di 26 anni. Appena dopo il suo matrimonio la giovane si era convertita all'Islam. Nel 1974, dopo sei anni di convivenza, la coppia ha divorziato e, per motivi non del tutto chiari, Janan è stata costretta a lasciare l'Arabia Saudita dal fratello di Fahd, il principe Turki. Nonostante in pochi sapessero del matrimonio, Fahd non ha mai fatto mancare nulla alla sua ex sposa. Nemmeno quando, nel 1982, è salito al trono.

FLUSSO INTERROTTO
Quando il sovrano è morto nel 2005 all'età di 82 anni, Janan è rimasta senza il suo 'vitalizio'. Da quel momento in poi la donna ha dedicato la sua vita per far valere le sue ragioni. Questo perché la famiglia di Fahd aveva promesso di occuparsi economicamente di lei anche dopo la dipartita dell'ex marito. L'impegno era stato preso dal principe Abdul Aziz nel 2003, quando il re era ormai gravemente malato. Una sorta di risarcimento per essere stata ripudiata. Ma quella promessa, oltre a non essere mai stata mantenuta, è stata poi smentita dallo stesso principe con una lettera ufficiale inviata al tribunale inglese.

SENTENZA FAVOREVOLE
Ciò nonostante l'Alta Corte britannica ha creduto alle parole della Harb che, nel 2005, aveva richiesto in vano il test del DNA per sua figlia maggiore, nata nel 1975, nemmeno nove mesi dopo il divorzio con Fahd. Janan ha anche annunciato che è prevista la pubblicazione di un libro autobiografico dal titolo Il re saudita e io, in cui la donna ha intenzione di descrivere dettagliatamente il suo rapporto con il consorte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso