3 Novembre Nov 2015 1355 03 novembre 2015

«Polanski? Ha già pagato per il mio stupro»

Samantha Gailey, abusata sessualmente dal regista polacco nel 1977, si è detta «molto sollevata» dopo il rifiuto della richiesta di estradizione avanzata dagli Usa. «Merita di lasciarsi tutto alle spalle».

  • ...
FRANCE-MEDIA-TV-SHOW-CANAL+

Il 30 ottobre il tribunale polacco di Cracovia ha rifiutato la richiesta d’estradizione avanzata dagli Stati Uniti nei confronti del regista Roman Polanski, accusato di aver stuprato nel 1977 Samantha Gailey, allora 13enne. A pochi giorni dalla sentenza, la vittima ha dichiarato di sentirsi «molto sollevata» dalla decisione del tribunale polacco, definendo la lunga battaglia legale contro il regista una «farsa» che ha già causato abbastanza danni.
«Penso che abbiamo preso la decisione migliore», e stato il commento rilasciato alla NBC News dalla Gailey, oggi 52enne, che ha affermato di aver sofferto abbastanza per la brutta storia iniziata alla fine degli Anni '70. «Sono sicura che Polanski è un brav’uomo e che lui e la sua famiglia meritino di lasciarsi tutto questo alle spalle. Lui si è dichiarato colpevole ed è andato in galera, non capisco cos’altro vogliano da lui», ha affermato Geimer.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso