20 Ottobre Ott 2015 1150 20 ottobre 2015

La Signora della Domenica

Mara Venier ha compiuto 65 anni. Dopo una parentesi cinematografica, la conduttrice veneziana ha ottenuto il successo nel 1993 con il programma su Rai Uno. Ecco le cinque cose da sapere sulla sua carriera.

  • ...
Mara-Venier-7

Uno dei volti più famosi e conosciuti della televisione ha compiuto 65 anni. Nata a Venezia il 20 ottobre del 1950, Mara Venier è diventata un'icona del piccolo schermo con il programma Domenica In nel 1993. Celebre per le sue gaffe e la sua verve incontenibile, la conduttrice veneta ha alle spalle una carriera fatta di alti e bassi e una vita ricca di relazioni sentimentali con personaggi noti del panorama italiano. In cinque punti tutto quello che c'è da sapere sulla Signora della domenica.

GRANDI AMORI
La primogenita Elisabetta Ferracini, avuta dal primo marito Francesco, nasce quando Mara Venier ha solo 17 anni. Il matrimonio dura poco, come anche la relazione successiva con l'altro attore Pier Paolo Capponi da cui viene al mondo Paolo. Il secondogenito, nonostante sia stato affidato alla madre naturale, ha sempre vissuto con il padre e la moglie di quest'ultimo, Isabella Peretti. Nel 1984, quando la conduttrice inizia a farsi notare sul palcoscenico italiano, inizia un rapporto sentimentale tra lei e Jerry Calà che dura solo tre anni, ma entusiasma i rotocalchi dell'epoca. Il grande amore della vita di Mara Venier è probabilmente Renzo Arbore con cui trascorre parecchi anni felici. Nel 2002 sposa il secondo e attuale marito Nicola Carraro.

CARRIERA CINEMATOGRAFICA
Giunta a Roma da Venezia con il primo marito Francesco Ferracini, Mara Venier debutta al cinema nel 1973 con Diario di un italiano diretto da Sergio Capogna. Al suo esordio sul grande schermo l'attrice concede anche una scena di nudo integrale. Da qui iniziano una serie di ruoli a fianco di personaggi del calibro di Renato Pozzetto, Claudio Bisio, Lino Banfi e Christian De Sica. Dopo gli anni '80 Mara partecipa a film come Vacanze di Natale a Cortina, Paparazzi e Torno a vivere da solo in ruoli minori. Il grande amore professionale della Venier è un altro.

SUL PICCOLO SCHERMO
È la televisione il luogo in cui Mara Venier si sente a casa e dà il meglio di se stessa. Inizia con il programma d'interviste L'ospite in pasta su Odeon Tv che riscuote un buon successo di pubblico in grado di portarla alla Rai ad affiancare Luca Giurato alla conduzione di Domenica In nel 1993. La sua figura piace così tanto ai telespettatori da farla diventare la padrona di casa della trasmissione al punto che viene soprannominata La Signora della Domenica. Tra alti e bassi con la rete pubblica, stagioni sfortunate in Mediaset e grandi ritorni in Rai la carriera televisiva della Venier si è sempre contraddistinta per la sua capacità di entusiasmare il pubblico e coinvolgerlo anche con gaffe esilaranti. L'ultima in linea temporale all'Isola dei Famosi quando ha svelato la presenza di una spiaggia ai concorrenti che dovevano restare all'oscuro di tutto. Il risultato? Clamoroso successo sui social e aumento dello share della trasmissione.

TRAVERSIE GIUDIZIARIE E TELEVISIVE
Dal 1994 al 1997 Mara Venier conduce il mercoledì sera Luna Park, una trasmissione televisiva in onda sulla Rai fortemente voluta da Pippo Baudo. In questi anni la conduttrice viene accusata, insieme al noto presentatore e a Rosanna Lambertucci, di concussione per aver richiesto compensi personali extra per interpretare in modo persuasivo i messaggi pubblicitari. Nel 1998 la Venier ha patteggiato la pena di un anno e quattro mesi e ha risarcito le aziende danneggiate. Risale invece al 2006 la rissa televisiva che ha visto protagonisti Adriano Pappalardo e Antonio Zequila. Per non essere riuscita a gestire la situazione e a placare gli animi la conduttrice è stata allontanata da Domenica In e sostituita con Lorena Bianchetti.

PROPOSTA POLITICA
Nel 2014 Silvio Berlusconi ha candidato nelle file del centro destra Mara Venier a sindaco di Venezia. La conduttrice ha rifiutato quasi subito, dichiarandosi lusingata, ma chiarendo che fare politica è una cosa seria e lei non è preparata per questo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso