16 Ottobre Ott 2015 1731 16 ottobre 2015

A scuola di guerra

In Francia cresce la polemica per lo stage militare fatto in un Istituto elementare della Lorena. I bambini sono stati fotografati mentre impugnavano fucili d'assalto e si esercitavano a prendere la mira.

  • ...
4300

Più che una tranquilla scuola elementare, quella di Flastroff, un villaggio della Lorena (Francia), sembra un campo d'addestramento. Fucili d'assalto, posizioni militaresche e gilet identificativi. Fa scalpore lo scatto di un fotografo del giornale Le Républicain Lorrain che ritrae un gruppo di bambini in tenuta d'assalto e pronti all'azione.

NOBILE CAUSA?
In occasione di uno stage promosso venerdì 9 ottobre 2015 dal 40/o Reggimento di Fanteria di Thionville, i militari avevano portato armi e divise ai piccoli scolari della zona. L'obiettivo non era tanto un arruolamento precoce e preventivo, quanto piuttosto la volontà di illustrare le attività dell'esercito alle nuove generazioni. Una dimostrazione che non è stata gradita, tanto che da Parigi il portavoce del ministero della Difesa, Pierre Bayle ha subito condannato fermamente l'iniziativa, annunciando sanzioni per i responsabili.

NESSUN PERICOLO
Ma se gli alti vertici dell'esercito deplorano il comportamento del Reggimento, il comandante Gregory Fierling cerca di buttare acqua sul fuoco. «Non c'era alcun pericolo per i bambini. Tutte le armi erano scariche», si è giustificato il graduato. L'episodio resta gravissimo, soprattutto perché i bambini sono entrati in contatto con un mondo, come quello delle armi, che non gli dovrebbe mai appartenere. Intanto il professore responsabile degli studenti è stato convocato per fornire spiegazioni. Mentre l'esercito ha aperto un'indagine interna per punire gli eventuali responsabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso