15 Ottobre Ott 2015 1334 15 ottobre 2015

Pino Daniele, non fu omicidio colposo

La Procura di Roma ha chiesto al gip l'archiviazione del fascicolo sulla morte del cantautore napoletano deceduto nella notte tra il 4 e il 5 gennaio 2015. Una delle causa sarebbe attribuibile all'assunzione di un farmaco vasodilatatore.

  • ...
Pino-Daniele-3

Non ci sarebbe nessuna responsabilità dietro la morte di Pino Daniele. Lo ha accertato la Procura di Roma che ha chiesto al gip l'archiviazione del fascicolo aperto per omicidio colposo inerente al decesso del cantautore napoletano deceduto la notte tra il 4 e il 5 gennaio 2015. L'artista, da tempo malato di cuore, era morto per decadimento dell'organo.

FARMACO LETALE
Nel decesso per chock cardiogeno del cantautore napoletano potrebbe avere avuto un certo peso l'assunzione di farmaci vasodilatatori che l'artista aveva assunto con la convinzione di superare la crisi quando comparvero i primi sintomi del malore.

ASL ASSOLTA
«Resta il dolore per la morte di un grande artista che aveva scelto di vivere in Toscana ma conforta sapere che la nostra sanità si è mossa in modo corretto e che non c'è stato nessun ritardo nei soccorsi». Lo ha affermato il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi in seguito alla richiesta di archiviazione dell'inchiesta sulla morte del cantante napoletano «L'ambulanza inviata dal 118 fu rimandata indietro per scelta della famiglia. La conclusione dell'indagine della Procura di Roma sulla morte di Pino Daniele esclude ogni responsabilità da parte della Asl di Grosseto», ha concluso Rossi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso