15 Ottobre Ott 2015 1754 15 ottobre 2015

Bimbo vegano ricoverato in ospedale

È successo a Belluno dove a un piccolo di soli due anni sono state diagnosticate gravi carenze alimentari. A luglio era stato registrato un altro caso in Toscana.

  • ...
cibo-bambini

Nuovo caso di un bambino ricoverato in ospedale perché sottoposto a una dieta vegana. È successo a Belluno dove un bimbo di soli due anni è stato preso in cura dal reparto pediatrico perché affetto da gravi carenze alimentari. Il figlio della coppia era stato nutrito, sin dallo svezzamento, con un regime completamente privo di proteine animali. «Nel primo anno di età questa dieta è totalmente sconsigliata», ha spiegato il primario Luigi Memo. «C’è il rischio di gravi scompensi. Chi proprio la volesse per i figli farà bene a farlo sotto osservazione di un nutrizionista».

IL PRECEDENTE IN TOSCANA
A luglio 2015 era stato ricoverato all'ospedale Meyer di Firenze un bimbo di soli 11 mesi in uno stato di denutrizione qualitativa avanzata e di regressione neurologica. «Non riusciva né a gattonare e neppure a stare seduto», aveva raccontato Giovanni Federico, docente di pediatria all’Università di Pisa e responsabile di Diabetologia pediatrica all’ospedale Cisanello. Il regime alimentare imposto dai genitori, vegani integralisti, aveva privato il piccolo di molti alimenti importanti per la crescita. La vitamina B12 ad esempio, fondamentale per lo sviluppo cerebrale, la vitamina D e il ferro.

DIETA VEGANA, VEGETARIANA E BAMBINI
Da quando sempre più persone si sono avvicinate al regime vegano, è nata la questione se sia giusto nutrire i bambini appena svezzati con una dieta totalmente priva di proteine animali. Le posizioni in merito sono spesso discordanti. Ci sono pediatri che sostengono che un regime privo di carne e pesce possa andare bene anche per i piccoli di pochi mesi, purché si integri con formaggi e uova. In questo caso però si parla di vegetarianesimo, di diete latto-vegetariane, latto-ovo-vegetariane,  non di veganesimo e per questo tipo di regimi alimentari le controindicazioni sono molto minori o quasi inesistenti. Per quanto riguarda invece la dieta vegana o quella macrobiotica o fruttariana c'è l'alto rischio di esporre i bimbi a carenze alimentari importanti per lo sviluppo fisico e cerebrale. Se si desidera imporre ai propri figli un regime vegano stretto è necessario parlare con il proprio pediatra per non rischiare di minare il loro benessere psico-fisico. In entrambi i casi comunque l'importante è affidarsi a un nutrizionista specializzato nella crescita dei bambini per essere certi di seguire un regime adatto alle varie fasce d'età del piccolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso