5 Ottobre Ott 2015 1326 05 ottobre 2015

La Nobel per la medicina parla cinese

Si chiama Youyou Tu e ha ricevuto il prestigioso premio per aver scoperto l'artemisinina, un principio attivo che ha salvato milioni di vite dalla malaria. Ma per decenni il suo ruolo è stato ignorato.

  • ...
youyoutu

Sono due uomini e una donna i vincitori del premio Nobel per la medicina 2015: il giapponese Satoshi Omura, l'irlandese William C. Campbell e la cinese Youyou Tu. Mentre i due uomini sono stati premiati per le loro scoperte nella lotta ai nematodi, dei particolari parassiti, Youyou Tu ha ottenuto il prestigioso riconoscimento grazie ai suoi studi sulla malaria, diventando così la dodicesima donna a vincere il Nobel per la medicina.

PROGETTO 523
Gli eventi più significativi della carriera da scienziata di Youyou Tu, classe 1930, si svolsero tra gli Anni 60 e 70, nel pieno della Rivoluzione Culturale voluta da Mao Zedong. A quei tempi, gli scienziati erano assimilati alla categoria degli intellettuali, che venivano apertamente condannati e considerati alla stregua di oppositori della Repubblica Popolare Cinese. Nel 1967, però, nel pieno della guerra del Vietnam, Mao ricevette l'accorato appello di Ho Chi Minh: tra le truppe e la popolazione, la malaria stava causando più vittime di quante non ne stesse provocando il conflitto. Così, Mao decise di dare il via al progetto 523, un piano militare segreto che aveva proprio lo scopo di trovare un rimedio alla devastante malattia. Il 23 maggio 1967, 600 scienziati vennero radunati per dare il via al progetto. E, tra questi, c'era anche Youyou Tu.

LA SCOPERTA DELL'ARTEMISININA
In un primo momento, alle truppe vennero somministrate delle medicine sintetiche, che però causavano numerosi effetti collaterali, anche gravi. Fu a quel punto che Youyou Tu ebbe l'intuizione di dedicarsi allo studio approfondito della medicina cinese tradizionale. Era convinta che sul vasto suolo cinese crescessero delle piante in grado di combattere la malaria. Youyou trovò la risposta che cercava in un testo antico, la Materia medica del dio dell'agricoltura, datato al IV secolo d.C.. Le piante da cui avrebbe potuto estrarre i princìpi attivi che le interessavano erano la dichroa febrifuga e l'artemisia annuale. Youyou Tu sperimentò gli estratti su se stessa: funzionarono entrambi. E l'artemisinina si rivelò particolarmente efficace.

LA MODESTIA DEL GENIO
Youyou Tu, però, non ricevette praticamente alcun riconoscimento per la sua grande scoperta. Il suo lavoro venne pubblicato nel 1977 in forma anonima, e solo nel 1980 le venne assegnato ufficialmente un ruolo da ricercatrice. Infine, nel 2011, il primo riscatto, con il premio Lasker-DeBakey per la ricerca medica clinica, seguito nel 2015 dal premio Warren Alpert. E, adesso, il riconoscimento definitivo: il Nobel. Anche se, probabilmente, Youyou Tu continua a pensarla come nel 2011: per lei, la ricompensa più grande è vedere i suoi pazienti guarire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso