29 Settembre Set 2015 1657 29 settembre 2015

Una giornalista al fronte

Nel 2011 Augusto Minzolini la sollevò dalla conduzione del Tg1. Mentre il pm chiede una condanna a 4 mesi per l'ex direttore, Tiziana Ferrario lavora come inviata da New York. Ecco un suo breve profilo.

  • ...
5627e46443

Correva l'anno 2011 quando Augusto Minzolini, allora direttore del TG1, decise di sollevare Tiziana Ferrario dalla conduzione del telegiornale. Secondo Minzolini, oggi senatore tra le file di Forza Italia, la sua fu una decisione dettata dal bisogno di lanciare volti nuovi sul più importante tg nazionale. Non è dello stesso avviso il pm Sergio Colaiocco, che ha chiesto per Minzolini una condanna a 4 mesi per abuso di ufficio. La decisione dell'allora direttore, secondo l'accusa, fu «conseguenza di una vendetta» causata da una diatriba redazionale legata alla linea editoriale seguita per il processo Mills. In attesa della sentenza, prevista per il 17 novembre 2015, ripercorriamo la carriera della protagonista femminile della vicenda, Tiziana Ferrario.

GIORNALISTA RECORD
Nata nel 1957, Tiziana Ferrario è in forza alla Rai dal 1979. Prima di arrivare in Viale Mazzini, però, transitò da Tele Milano, la futura Canale 5: proprio lì intraprese la carriera giornalistica, dopo la laurea in scienze politiche. Nel 1982 il passaggio al Tg1 le permise di conquistare un significativo record: è stata infatti la prima donna a condurre un'edizione serale del telegiornale.

COLONNA RAI
Negli anni successivi l'impegno giornalistico di Tiziana si concentrò soprattutto sul mondo dei giovani, in particolare sul loro rapporto con il mondo del lavoro. E, sul finire degli Anni 90, fu sempre questa passione a farle vincere due Telegatti: Tiziana Ferrario fu infatti tra i principali artefici del GT Ragazzi, il primo programma di informazione dedicato ai più giovani e che sopravvive ancora oggi sotto il nome Tiggì Gulp.

SEMPRE AL FRONTE
Nonostante i numerosi anni trascorsi in redazione, la Ferrario non ha mai dimenticato la sua anima da inviata. Tanto che, a partire dal 2000, cominciò a viaggiare nelle aree più calde del pianeta, in particolare in Afghanistan e in Iraq. Il suo impegno nel raccontare i conflitti di questi Paesi le valse nel 2003 il titolo di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Le stesse esperienze confluirono nel libro Il vento di Kabul, pubblicato ne 2007. Dopo lo scontro con Minzolini, la Ferrario ha ottenuto il ruolo di inviata da New York.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso