7 Settembre Set 2015 1623 07 settembre 2015

Se non abortisci perdi il lavoro

Una legge degli Anni '80 sul controllo demografico impone a una donna cinese di scegliere tra l'interruzione della gravidanza o il licenziamento del marito agente di polizia.

  • ...
The One-child Policy Is Relaxed In China

Una donna cinese è stata costretta dall'ordinamento giudiziario della Repubblica Popolare a decidere se abortire o far perdere il lavoro al marito. Varata negli Anni '80 per contenere la crescita incontrollata della popolazione, la legge impone alle coppie delle città di avere solo un figlio. In caso di una seconda maternità la pena varia da Provincia a Provincia.

SANZIONE DISUMANA
Nello Yunnan, dove vive la 41enne all'ottavo mese di gravidanza, la sanzione per chi trasgredisce è particolarmente bizzarra quanto disumana. Gli impiegati pubblici che hanno un secondo figlio, infatti, vengono licenziati a meno che la gravidanza non venga interrotta. Sfortuna vuole che il padre del futuro nascituro lavori come agente di polizia nelle forze dell'ordine cinesi.

PROTESTA POPOLARE
Secondo i media locali, che hanno ripreso la singolare notizia, decine di persone avrebbero telefonato agli uffici del governo provinciale per chiedere che venga fatta un'eccezione. Altre avrebbero scritto alla donna offrendo un lavoro al marito in caso di licenziamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso