2 Settembre Set 2015 1322 02 settembre 2015

«L'ho trovato», ma è una finzione

Il video della francese incinta di un australiano era solo marketing. In due giorni però quasi due milioni di utenti hanno visto la clip su Youtube. Segno che la campagna ha avuto successo.

  • ...
Natalie-Amyot

Alla fine l'amore ha trionfato. Almeno secondo quanto dichiarato da Natalie Amyot, la turista francesce incinta di uno sconosciuto australiano, che con un video appello su Youtube è riuscita a rintracciare il padre di suo figlio. Peccato fosse solo una trovata pubblicitaria. Un nuovo video postato sul social network svela la verità dietro la finta notizia.

ERA SOLO MARKETING
La mente di questa campagna, che in poche ore è diventata virale in tutto il mondo, è quella di Andy Sellar, marketing manager della Sunny Coast Social Media di Queensland, in Australia. La giovane mamma francesce è invece Alizee Michel, studentessa della Sunshine Coast, che ha prestato voce e volto alla trovata di Sellar. Il video è stato realizzato per promuovere la Holiday Mooloolaba, un'agenzia turistica della zona.

«LO RIFAREMO PRIMA O POI»
Non è la prima volta che la compagnia di Sellar inventa progetti del genere per le imprese locali. E non è nemmeno la prima volta che Andy è costretto a scusarsi per delle campagne pubblicitarie che si spingono un po' troppo in là.«Volevamo soltanto mettere Mooloolaba sotto i riflettori perché è un posto fantastico», si è giustificato su Youtube. «Comunque grazie per averlo visto in così tanti… penso che lo rifaremo prima o poi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso