31 Agosto Ago 2015 1708 31 agosto 2015

«Aiutatemi a cambiare vita»

A causa di una malattia congenita e rara che le ha impedito di laurearsi, una mamma di Arezzo ha lanciato una raccolta fondi sul web per provare a cambiare lavoro e iscriversi alla Facoltà di Economia di Firenze.

  • ...
5223290_1436699491.9039

«Voglio un nuovo lavoro, più gratificante. Possibilmente nel terzo settore, come project manager». A dirlo è Nicla Peruzzi, 38enne di Arezzo e affetta dalla onico-osteodisplasia congenita che le è stata diagnosticata quando aveva 27 anni. Una speranza affidata dall'8 luglio 2015 a una raccolta fondi via web (Progetto di Nicla) per iscriversi all'università e conseguire una Laurea in Economia.

TORNARE A SCUOLA
L'obiettivo della sua campagna è quello di raccogliere 15 mila euro per poter pagare l’iscrizione alla facoltà di Economia dello sviluppo e cooperazione internazionale di Firenze e il conseguente accesso a un corso professionale biennale presso l’agenzia formativa COSPE (Cooperazione per Sviluppo Paesi Emergenti). Oltre alle iscrizioni, Nicla ha pensato nel prezzo anche al materiale didattico, al trasporto e ad un corso di inglese obbligatorio per frequentare il centro. «Al momento ho ricevuto 3.600 euro», ha raccontato a ilfattoquotidiano.it.

MODERNI MECENATI
Come si legge sul sito della raccolta fondi, il sogno di Nicla è affidato a «moderni mecenati, imprenditori che credono nella cultura , alle industrie e associazioni del Non profit/terzo settore e del volontariato, in genere alle fondazioni filantropiche, a tutti coloro che semplicemente vogliono raccogliere il mio appello».

UNA VITA DIFFICILE
Mamma e con un figlio di 12 anni, la 38enne aveva dovuto abbandonare l'università a causa della sua malattia congenita. «Mi ero iscritta a Filosofia, ma poi la malattia mi ha impedito di realizzare i traguardi che avevo prefissato», ha proseguito su ilfattoquotidiano.it. La donna ha svolto diversi lavori senza mai trovare qualcosa che la appagasse professionalmente. «Non sentirmi valorizzata ha fatto riemergere il desiderio di laurearmi», ha spiegato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso