26 Agosto Ago 2015 1300 26 agosto 2015

Nati (non solo?) con la camicia

Grazie al cognome hanno avuto accesso al mondo dello spettacolo, della musica o della moda dalla porta principale. Solo spintarelle? Scopri i 'figli di' che si sono (o no) tracciati la propria strada.

  • ...
Material Girl Lucky Stars Casting Call

Hanno cognomi inconfondibili come Kravitz, Willis, Richie ma anche Ramazzotti, Inzaghi o Carrisi. Sono e saranno per sempre etichettati come 'figli di..', con il bene (tanto) e il male (trascurabile) che ne deriva. Sui social sono seguitissimi dai loro coetanei e non e di certo hanno avuto o stanno avendo accesso al mondo dello spettacolo, della musica o della moda dalla porta principale. Eppure non è detto che sia solo per raccomandazione. Gli esempi, anche nostrani, sono tanti. Dal 'caso Aurora Ramazzotti' che con la notizia della sua prossima conduzione del daily di X Factor, ha monopolizzato le discussioni di opinionisti, critici, fan nonché dei celebri genitori, a quello passato un po' più in sordina di Cristel Carrisi, figlia 29 enne di Al Bano e di Romina Power e prossima conduttrice dello Zecchino d'oro su Rai 1. Dalla precoce Lily Rose Depp, appena 16enne e già volto di Chanel, a Brooklyn Beckham, figlio di David e Victoria, che 16 anni conta già oltre 4 milioni di follower sui suoi account social.

UNA CARRIERA TUTTA SUA
Sarà anche stata fortunata a nascere in casa Kravitz la 27 enne attrice e cantante Zoë Isabella, ma negli anni ha saputo costruire la propria strada. Dopo studi alla Miami Country Day School di Miami, alla Rudolf Steiner School a Manhattan e al prestigioso SUNY Purchase Acting Conservatory, nel 2007 debutta sul grande schermo prima con un piccolo ruolo nel film di Scott Hicks Sapori e dissapori e poi al fianco di Jodie Foster ne Il buio nell'anima di Neil Jordan, impersonando una giovanissima prostituta. Nel 2009 è tra gli interpreti del dramma indipendente Gli ostacoli del cuore, con Pierce Brosnan, Susan Sarandon, Carey Mulligan e Aaron Johnson e l'anno seguente compare anche in Twelve di Joel Schumacher e in 5 giorni fuori. Dai film indipendenti ai blockbuster:nel 2011 Zoë  interpreta la mutante Angel Salvadore nel film X-Men - L'inizio, mentre dal 2014  è Christina in Divergent e nei film successivi della saga. La carriera da attrice si affianca a quella nella musica: la figlia di Lenny è apparsa nel videoclip del singolo di Jay-Z I Know, ha partecipato al progetto We Are The Ones, video online di Will.i.am a supporto della campagna presidenziale di Barack Obama ed è la voce della band di Filadelfia Elevator Fight.

ALL'OMBRA DI MAMMA E PAPÀ
La coetanea di ZoëRumer, figlia di Demi Moore e Bruce Willis, oltre a fare la doppleganger della madre ha negli anni cercato di sfondare nel mondo del cinema. Innegabile che gli illustri genitori abbiano provato a darle una mano, visto che quasi tutti i ruoli che ha interpretato sono in pellicole nelle quali compaiono anche loro. Nel 1995 debutta accanto a Demy in Amiche per sempre, l'anno dopo ha un ruolo in Striptease, sempre al fianco di mamma. nel 2002 e in Fbi: protezione testimoni, si presume grazie al ruolo da protagonista di papà Willis.Idem per la pellicola Hostage, del 2005. Il distacco dai genitori avviene nel 2008, così come le partecipazioni di Rumer in From Within e La coniglietta di casa e serie tv come CSI, 90210, La vita segreta di una teenager americana e Pretty Little Liars. 

FRATELLASTRI PRODIGIO
Se sei figlio d'arte, le probabilità di rimanere nel mondo sono parecchie. Per Lourdes e Rocco, progenie della regina del pop Madonna non è diverso. E se lui, a solo 15 anni, ha già nel curriculum la partecipazione al tour MDNA della madre e la fondazione, nel 2013, del gruppo rap i Modoccor, lei a 18 ha all'attivo una linea di moda ispirata allo stile della popstar e lanciata nel 2010, la Material Girl,  un libro di storie per bambini scritto nel 2003 a quattro mani sempre con la mamma e l'apparizione in due video che fanno parte della raccolta di 'best of' Celebration e ha fatto da vocalist per l'MDNA tour.

UNA BELLEZZA DA COPERTINA
Con un padre come Mick Jagger e una madre  come Jerry Hall la 23 enne Georgia May è stata 'benedetta' con una fisicità da copertina che non è passata inosservata. Dopo aver firmato nel 2009 sua carriera con la Independent Models, viene nominata Modella dell’anno al British Fashion Awards e negli anni è stata fotografata da Terry Richardson, Mario Testino e Mario Sorrenti. Nel 2009 insieme a Coco Rocha è diventata il nuovo volto della Rimmel,l'anno successivo è protagonista della campagna Versace primavera/estate. Poi ci sono Sisley, Miu Miu, Just Cavalli. Nel 2014 viene scelta come testimonial del profumo Angel di Thierry Mugler, sostituendo Eva Mendes, e dal 2015 è il volto di Mulberry.

ECCO GLI ALTRI
Oltre a chi si è fatto strada però, sono tanti i 'figli di' al momento noti soprattutto per il cognome. Scoprili nella gallery.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso