20 Agosto Ago 2015 1814 20 agosto 2015

Confessioni di una escort

Sarah Greenmore racconta la prostituzione in un Q&A su Reddit. Dai 10 mila dollari per 13 giorni di lavoro al numero di clienti fino alla durata dei giovani vergini.

  • ...
CM1xwJOVEAA61Cc.jpg large

Si chiama Sarah Greenmore e fa la prostituta. Occhioni azzurri, bionda non proprio naturale con punte tinte di rosso, misure 100-60-90, la giovane lavora in Nevada dove la prostituzione è legale in 12 delle 17 contee dello Stato. E tra un appuntamento e l'altro si è concessa sul sito Reddit dove ha risposto a domande dei curiosi della rete. L'obiettivo? Combattere «le false informazioni sul settore». Di lei comunque si sa poco. Potrebbe avere tra i 28 e i 30 anni e prima di debuttare nel mondo delle escort lavorava in una spa dove si facevano massaggi, saune e aerosol, ma, come dice lei, «non si guadagnava granché».

10 MILA DOLLARI PER 13 GIORNI DI LAVORO
Durante il fittissimo Q&A, la gola profonda del segretissimo mondo dei bordelli ha toccato parecchi temi del suo lavoro. A partire dallo stipendio. Che, chiaramente, non è fisso: in 13 giorni di lavoro ha guadagnato circa 10 mila dollari. Anche il numero di clienti in una sera non è fisso. Difficile fare una media: «Talvolta sono zero, altre volte sette in una notte», spiega.

ANCHE CLIENTI DONNE
Tra le domande più lette c’è la questione tabù delle clienti di sesso femminile. Secondo la Greenmore le donne sono molto meno propense rispetto agli uomini, ma ce ne sono comunque parecchie: «Non sono sempre in cerca di sesso, spesso vogliono divertirsi o creare una situazione di intimità».

LE ESCORT POSSONO FIDANZARSI
Fare la escort non preclude la possibilità di avere relazioni sentimentali. Sarah, che al momento è felicemente single, per esempio, è stata tre anni con una porno star. Si sono poi divisi «non per la natura del nostro lavoro, ma per i problemi che lo circondano».

LA PROTEZIONE PRIMA DI TUTTO
«Ho una regola rigida e mi rifiuto di avere rapporti sessuali senza preservativo. La mia sicurezza, e quella dei miei clienti, è prioritaria rispetto a qualsiasi orgasmo. Fine della discussione», ha risposto a chi le chiedeva dell'uso del profilattico. E quando un ragazzo di un college ha tentato di farlo senza protezione, lei l’ha talmente redarguito che alla fine lui si è pentito tanto da lasciarle sul comodino 400 dollari a titolo di scusa. D'altronde i bordelli legali del Nevada sono sottoposti a rigide norme sanitarie testate ogni settimana per gonorrea e clamidia trachomatis, e ogni mese per HIV e sifilide.

LA VELOCITÀ DEI GIOVANI VERGINI
In conclusione Sarah si è lasciata andare a qualche battuta sui giovani vergini: «Ne vengono tanti e spesso fuori orario di lavoro. La durata? Durante l’orario di lavoro un minuto e mezzo, fuori orario venti secondi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso