11 Agosto Ago 2015 1738 11 agosto 2015

«Trans si nasce, non si diventa»

Parola di Jazz Jennings, la quindicenne americana nata in un corpo maschile ma che fin dall'età di due anni ha parlato di sé al femminile.

  • ...
Red Carpet - 24th Annual GLAAD Media Awards

Quando si pensa a individui transgender, si pensa solitamente a persone che raggiunta l'età adulta intraprendono il processo di transizione da un sesso all'altro. Intervistate, queste persone fanno risalire spesso all'età dell'adolescenza i primi dubbi sulla propria sessualità e sull'effettiva corrispondenza tra il proprio sentire e il corpo dentro cui vivono. Non è il caso di Jazz Jennings (e di molti altri bambini), quindicenne statunitense che ha cominciato a parlare di sé al femminile fin dall'età di due anni, come hanno raccontato i genitori.

TRANS DALL'ASILO
Jazz Jennings (il cognome è falso) è forse tra le più giovani trans di sempre a essersi esposta in pubblico. I suoi video su Youtube, d'altro canto, sono molto popolari e lei ha preso molto sul serio la propria notorietà, sfruttandola per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle tematiche LGBT. Il suo è uno dei casi di disforia di genere più precoci mai diagnosticati, così come la sua transizione ha avuto inizio fin dai tempi dell'asilo. Grazie al totale supporto dei genitori, che se nei primi anni di vita si limitavano a vestirla con abiti 'neutri', hanno poi deciso di assecondare pienamente i sentimenti della figlia. Una fortuna che non capita a tutti i transgender.

SUGGERIMENTI PER LA TOLLERANZA
A dispetto delle solite malelingue, Jazz ha percorso senza timori la propria strada e adesso è diventata un vero e proprio punto di riferimento non solo per la comunità LGBT, ma per tutti coloro che faticano a trovare il proprio posto nella società. E proprio pensando a questi individui Jazz ha scritto il suo primo libro per l'infanzia, intitolato I am Jazz. Un'autobiografia che, tra le altre cose, potrebbe essere di grande aiuto anche per quegli educatori e insegnanti che non sono abituati o non sanno come affrontare casi del genere.

LA TRANSFOBIA NON FA PAURA
Nel 2014 Jazz è stata inclusa nella lista dei 25 teenager più influenti al mondo. Merito della sua instancabile attività sui social network. Su Twitter ha circa 30mila follower, che salgono a 140mila su Youtube e a 170mila su Instagram. E a proposito dei commenti negativi, a volte cattivi, che le capita di ricevere, dice: «Sono proprio quei commenti a motivarmi». In un'intervista rilasciata a Cosmopolitan ha poi rivelato la sua passione per la figura mitologica delle sirene, spiegando che è dovuta probabilmente all'indeterminatezza sessuale dovuta alla presenza di una coda al posto dei genitali. E agli scettici e agli intolleranti rivolge un messaggio ben chiaro: «Non è quello che avete tra le gambe a definire chi siete, ma quello che avete in mezzo alle orecchie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso