23 Luglio Lug 2015 1259 23 luglio 2015

La trans che ballò con Taylor Swift

Si chiama Andreja Pejic, all'età di otto anni è fuggita dai bombardamenti e prima di sottoporsi al cambio di sesso era considerata come uno degli uomini e delle donne più sexy del mondo.

  • ...
andreja

Nel 2011 ha ottenuto due riconoscimenti apparentemente inconciliabili: era al 18esimo posto nella Top 50 dei modelli maschi. Su FHM, invece, entrava in 98esima posizione nella classifica dedicata alle 100 donne più sexy del mondo. Stiamo parlando di Andreja Pejic, modella trasgender bosniaca naturalizzata australiana che nel 2014 si è sottoposta a un intervento di riassegnazione dei caratteri sessuali che l'ha definitivamente resa donna. E che adesso, grazie a Taylor Swift, è diventata famosa in tutto il mondo nel giro di poche ore.


L'INFANZIA SEGNATA DALLA GUERRA
La cantante americana, in quel di Chicago per la tappa del suo ultimo tour, ha invitato sul palco Andreja perché ballasse sulle note del brano Style. Insieme a lei c'era anche l'angelo di Victoria's Secret Lily Donaldson. Insieme le tre hanno ballato e cantato dando mostra di divertirsi parecchio. Anche Andreja, che nel suo passato ha vissuto momenti piuttosto bui. A partire da un'infanzia minacciata per molti anni dalla guerra. Prima quella in Bosnia ed Erzegovina, che la costrinse a fuggire in Serbia al seguito della mamma e della nonna. Poi, nel 1999, il bombardamento della Jugoslavia da parte delle forze NATO spinse la sua famiglia a cerca definitivamente un po' di pace dall'altra parte del mondo, in Australia.


LA SVOLTA
In un'intervista a People, Andreja racconta il suo passato e la progressiva presa di coscienza sulla propria sessualità. Aveva sempre amato indossare le gonne della mamma, ma dall'età di nove anni cercò di comportarsi come un 'vero' maschietto per rendere felici i genitori e i parenti. Imparò presto a interpretare il ruolo maschile che tutti si aspettavano di vedere, nascondendo però la sua vera natura. La svolta arrivò all'età di 13 anni, quando grazie a Google scoprì che la sua condizione «a cavallo tra i generi», come l'avrebbe definita lei stessa qualche anno più tardi, era tutt'altro che unica.


NELL'OLIMPO DELLA MODA
Durante la pubertà ad Andreja venne permesso di assumere dei farmaci per bloccare l'azione degli ormoni maschili. Intanto, fortunatamente, sua madre e sua nonna accettaeono la sua natura e la sostennero. Finché, all'età di 17 anni, mentre lavorava da McDonald, non venne notata da un agente che rimane colpito dalla sua natura androgina. Ed ecco che, da quel momento, diventò uno dei modelli maschi più richiesti, in grado di sfilare sia al maschile che al femminile. Ma, come spiegherà subito dopo l'operazione del 2014, per Andreja l'androginia era solo una maschera per vivere la sua vera identità sessuale. Tra gli stilisti per cui sfila negli anni successivi, spiccano Gaultier e Marc Jacobs. Nel 2015, infine, diventa la prima modella transgender a vedere il proprio profilo raccontato sulle pagine di Vogue.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso