20 Luglio Lug 2015 1347 20 luglio 2015

«In alto ma senza figli»

Arrivare nelle stanze dei bottoni per donne di potere senza prole è più facile e la copertina del New Statesman rilancia il tema. Da Angela Merkel a Oprah Winfrey scopri chi sono nella gallery.

  • ...
angela-merkel-

La scomoda verità, sbattuta sulla copertina dell'ultimo numero di New Statesman è questa: se non hai figli hai più possibilità di fare carriera. Una disparità che l'autrice dell'articolo, Helen Lewis, riscontra nel parlamento inglese ma non solo. A supportare la sua idea una ricerca condotta dagli studiosi Sarah Childs e Rosie Campbell nel 2013. Gli accademici hanno scoperto che il 45 per cento di donne parlamentari erano senza figli, rispetto al 28 per cento degli uomini. «In media gli uomini deputati hanno 1,9 figli rispetto a 1,2 per le colleghe. E c'è anche una differenza nell'età dei figli dei politici che entrano per la prima volta in parlamento: 12 anni per gli uomini e una media di 16 per le donne. Segno che, se hanno questa passione, le candidate possono dedicarvisi appena la prole è tutto sommato autosufficiente e non prima.

IL CASO INGLESE
Negli ultimi mesi, ho parlato più di una dozzina di uomini e donne, molti dei quali coinvolti nella politica ai più alti livelli. Il sentore generale è che sia difficile bilanciare responsabilità familiari e carriera politica. Allo stesso tempo, elettori e sostenitori si aspettano che il politico abbia una famiglia proprio per dimostrare 'normalità'», scrive Lewis. Per le donne quindi la situazione diventa impossibile: se hanno figli, spesso viene loro rimproverato di non avere abbastanza tempo per il lavoro, se non ne hanno vengono giudicate troppo egoiste e guardate con diffidenza. Uno studio del 2014, condotto dalla docente di sociologia Michelle Budig della University of Massachusetts, ha rivelato che  i figli diventano un bonus per il futuro padre e un malus perla neo-mamma. E non solo in ambito politico. «I datori di lavoro vedono i padri come più stabili e impegnati proprio perché hanno una famiglia da sostenere. La genitorialità femminile viene invece interpretata in modo opposto: le donne tenderebbero a voler lavorare di meno e a essere più distratte sul posto di lavoro», ha detto al New York Times Budig.

Il servizio di copertina del New Statesman.

UN PREGIUDIZIO PARITARIO 
Non la penserebbero così solo gli uomini: il 7 luglio infatti la deputata laburista Helen Goodman aveva spiegato in un articolo per  l'Huffington Post che avrebbe sostenuto la candidata Yvette Cooper alla leadership del partito perché madre di tre figli e quindi «essendo una madre-lavoratrice avrebbe capito meglio le esigenze di una famiglia moderna». La sfidante Liz Kendall invece è single e non ha figli.

Julia Gillard, ex primo ministro Australiano.

IL CASO AUSTRALIANO
L'ex premier australiana Julia Gillard è stata ripetutamente criticata per non aver avuto figli. Nel 2007, il senatore conservatore Bill Heffernan l'aveva definita «deliberatamente sterile». Un altro politico di area liberal, George Brandis, la criticò dicendo che era una persona «unidimensionale che aveva scelto di non essere genitore». E neppure il resto del suo partito le ha mai risparmiato giudizi severi e ingiustificati.Nel 2011 l'ex leader laburista Mark Latham disse di lei: «Chi sceglie una vita senza bambini come Gillard  non può provare amore verso di loro». Neppure i media sono mai stati teneri: il Sydney Morning Herald l'aveva ritratta come «una donna sola, senza figli, la cui vita è dedicata alla sua carriera». Spesso è stato lasciato intendere che, siccome Gillard era senza figli, non poteva avere un opinione su questioni che riguardassero la famiglia.

NON SOLO GILLARD
«Molte delle donne che ho intervistato mi hanno detto che iniziare una carriera parlamentare nella ventina e trentina ha reso più difficile avere una famiglia», ha scritto Lewis. «Un'altra fonte mi ha detto che le donne sole che entravano in parlamento spesso trovavano difficile incontrare un partner pronto a unirsi 'al club Denis', con chiaro riferimento ai sacrifici fatti da Denis Thatcher per sostenere le ambizioni della moglie e primo ministro inglese Margaret». Perché sprovviste di un Denis, o ostacolate dalla carriera, o semplicemente perché hanno fatto scelte di vita non mainstream, ecco una gallery di donne al potere e senza figli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso