16 Luglio Lug 2015 1709 16 luglio 2015

Moda con il velo e senza pregiudizi

«Le donne con il capo coperto possono essere stilose, interessanti e estroverse, proprio come qualsiasi altra». Parola di Wiwid Howat, super fashion e musulmana.

  • ...

«Non sono una fashion blogger musulmana. Sono una fashion blogger che indossa un foulard». Il carattere di Wiwid Howat, alias #TheGirlBeneaththeHeadscarf, si percepisce da questa frase. Ventisei anni, amante dei concerti di Beyoncé e del marchio Zara, vive a Sydney  da tre anni ma è nata e cresciuta in Indonesia. Attraverso il suo profilo Instagram, la sua pagina web e la collezione di abbigliamento che disegna, sta provando a ridefinire il concetto di donna musulmana senza stile e con una personalità sottomessa. A colpi di outfit azzeccatissimi e scatti che la ritraggono in viaggio, mentre legge, vive al massimo delle sue possibilità, passeggia con il marito. Un ragazzo australiano che Wiwid ha incontrato durante uno scambio culturale in Arizona. Una decisione improvvisa, un colpo di fulmine, nonostante all'inizio avesse chiesto alla famiglia di organizzarle un matrimonio combinato. «Voglio sfidare i pregiudizi tenendo un blog che mostri come le donne con il velo possano essere alla moda, interessanti e estroverse, proprio come qualsiasi altra donna», ha spiegato a Buzzfeed.

UN MODO DI VIVERE
Per diffondere il suo messaggio, Wiwid può contare su un profilo Instagram con oltre 20 mila follower e costantemente in crescita e su collaborazioni sempre più frequenti con designer e siti del settore. L'idea di tenere un blog e iniziare a condividere in rete le foto degli outfit creati nacque quando la ragazza viveva ancora in Indonesia. «Finite le campagne per pubblicizzare le mie creazioni mi ritrovavo con un sacco di foto sul computer delle quali non sapevo cosa fare, così ho iniziato a metterle online quasi per gioco. Ma adesso è diventato un modo di vivere», ha detto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso