16 Luglio Lug 2015 1616 16 luglio 2015

Angela Merkel fa piangere una bambina rifugiata

La piccola: «Vorrei fare l'università qui ma non so se potrò rimanere». La cancelliera: «Mi dispiace ma la Germania non vi può accogliere tutti».

  • ...
image-873330-videoposter16-wnih

Lo spinoso problema dell'immigrazione non si fa sentire solo in Italia. Anche l'austera Germania ha le sue belle gatte da pelare. Ne sa qualcosa Angela Merkel che per tranquillizzare l'elettorato teutonico, non ha esitato a far piangere una giovane rifugiata.

LA DOMANDA
«Sono palestinese e vivo in Germania da qualche tempo, vengo da un campo di rifugiati nel Libano. Vorrei fare l'università qui ma non so se potrò rimanere. Sono molto preoccupata per il mio futuro, vorrei poter essere serena come gli altri intorno a me», spiega Reem durante un incontro con la cancelliera Angela Merkel.

LA RISPOSTA
«Sei una ragazza molto simpatica, ma la politica a volte è molto dura: ci sono altre migliaia di persone nei campi di rifugiati, se decidiamo di accogliere tutti, non saremo in grado di sostenere questa situazione. Posso prometterti che delibereremo presto su questo tema, ma sicuramente alcuni rifugiati dovranno tornare indietro», questa la risposta della Merkel.

IL PIANTO
E mentre la cancelliera riprende il discorso, la bambina scoppia in lacrime. La Merkel cerca di rassicurare la bambina, fraintendendo l'ansia di Reem per il proprio futuro per ansia da palcoscenico. «Più probabilmente la causa è la sua situazione incerta...», prova a spiegare con cautela il conduttore. Colpita nel vivo il primo ministro della Germania ha tentato una ritirata strategica. «Lo so che è una situazione difficile. Proprio per questo voglio farle una carezza ed assicurarle che è stata bravissima a rappresentare la situazione sua e di tanti altri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso