10 Luglio Lug 2015 1150 10 luglio 2015

Uno stalker nel suo letto

Per 9 anni una donna americana ha ricevuto mail inviate da un molestatore che minacciava di violentarla e picchiarla. Dopo la denuncia alla polizia ha scoperto che era il marito.

  • ...
ThinkstockPhotos-471962130

Un incubo che è durato 9 anni. Ogni notte chiudeva la porta di casa sperando che quell'uomo non si facesse vivo. Un nemico senza volto che le dava il tormento via mail. Eppure qualsiasi antifurto non poteva proteggerla. Perchè il molestatore dormiva al suo fianco.

40 MINACCE IN UNA GIORNATA
È quello che è successo a una donna di Lindon, nello Utah (Stati Uniti), che dal 2006 ha ricevuto mail da uno stalker che minacciava di stuprarla e di picchiarla. Terrorizzata e sotto choc, la signora, madre di tre figli, parlò con il marito raccontandogli quello che stava succedendo, ma lui si dimostrò quasi indifferente. Il tempo passava e le mail aumentavano, fino a quando, in una sola giornata, arrivò a riceverne 40. Spaventata per la sua incolumità, a quel punto, si rivolse alla polizia che fece una scoperta scioccante: il mittente era il marito tramite diversi account falsi. L'uomo non ha potuto far altro che confessare aggiungendo che si trattava di una vendetta verso la moglie per un fatto accaduto nel 2005.

LA SEPARAZIONE
La donna ha immediatamente chiesto la separazione e ha ottenuto un'ordinanza restrittiva per proteggere se stessa e i figli. L'uomo è chiamato a rispondere del reato di stalking. La prossima udienza è in programma ad agosto 2015.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso